Facebook ha raccolto la cronologia chiamate e i dati SMS per anni sui dispositivi Android (aggiornato con replica)

Vincenzo Ronca -

Negli ultimi giorni Facebook è stato investito pesantemente dallo scandalo Cambridge Analytica, che ha portato alla ribalta interrogativi su sicurezza e privacy dei dati condivisi con il social network.

Proprio in seguito a questa vicenda, molti utenti spaventati hanno scaricato i dati personali che Facebook ha raccolto dal loro account e, analizzando tutti i file, hanno scoperto la propria cronologia delle chiamate e i dati personali relativi agli SMS (numeri, e orari, ma non il contenuto). Per alcuni di loro sembra che l’immagazzinamento dei dati riguardi tutti i contatti mentre per altri soltanto i contatti più stretti come amici e familiari.

LEGGI ANCHE: come eliminare il proprio account Facebook

Stando al report di ArsTechnica, Facebook raccoglie questo tipo di dati maggiormente attraverso Messenger, la quale richiede agli utenti anche di essere impostata come client SMS predefinito. Lo scopo della raccolta dati, citando anche il commento di un portavoce del noto social network, si fonda sul fatto che i dati stessi migliorano l’algoritmo di raccomandazione delle amicizie ed interazioni sociali (virtuali).

La raccolta dati da parte di Facebook potrebbe anche essere stata facilitata dal precedente periodo in cui i permessi per le app, su piattaforma Android, erano molto meno stringenti di quanto lo siano attualmente. Sembra, infatti, che su iOS tutto ciò non sia avvenuto: sulla piattaforma di Apple i permessi alle app sono più rigidi e Facebook non è in grado di accedere al registro chiamate ed SMS.

Ciò che ci si potrebbe aspettare da Facebook è un chiarimento su quando è iniziata questa raccolta dati e se gli utenti che l’hanno accettata hanno ricevuto le sufficienti spiegazioni per comprendere pienamente ciò che stavano per fare. Tutti gli utenti Facebook possono accedere liberamente ai dati personali che il social network raccoglie recandosi a questo indirizzo.

Aggiornamento26/03/2018 ore 11:00

Facebok ha commentato in prima persona quanto abbiamo riportato sopra, chiarendo alcuni dettagli. Anzitutto il contenuto di SMS e chiamate non è mai stato memorizzato da nessuna parte, né tanto meno venduto a terze parti. Inoltre pare che le app responsabili di questi log siano Facebook Lite e Messenger, e che il consenso degli utenti venga in effetti chiesto al momento del primo avvio delle rispettive app, come già evidente dal primo screenshot in basso (anche se in molti se ne saranno probabilmente dimenticati).

Se comunque voleste interrompere questa condivisione di informazioni con i server di Facebook, potete disabilitare questa funzione nelle impostazioni (qui la spiegazione per Messenger e per Facebook Litesettings. Come visibile dal secondo screenshot in galleria, potete disabilitare caricamento continuo della cronologia di chiamate ed SMS, tenendo comunque attivo l’upload dei contatti, e viceversa. Potete controllare questa pagina per vedere quali contatti sono stati caricati da Messenger, e cancellare tutte le informazioni finora immagazzinate.

Via: The Verge