Il notch sarà duro da digerire

Emanuele Cisotti

Lo scorso venerdì, nell’ambito del nostro sondaggio settimanale, vi abbiamo chiesto cosa ne pensate del notch. Sapevamo che i pareri sarebbero stati principalmente negativi. Dopotutto siamo in un sito di tecnologia con un pubblico spesso molto interessato all’argomento e una novità un po’ “forzata” come questa è difficile che venga ben accolta dal pubblico, sopratutto nella prima fase.

Se il notch diventerà uno standard o meno è difficile da dire ma quello che è sicuro è che sempre più produttori lo stanno adottando come metodo per ridurre le cornici del proprio smartphone. Il notch permette in fatti di posizionare componenti come la fotocamera frontale, la capsula auricolare e i sensori di luminosità e prossimità.

Il 64,2% di voi ha votato che il notch non gli piace e che quindi probabilmente il suo prossimo smartphone non lo avrà. Una scelta sicuramente drastica e che sembra possa tagliare fuori produttori molto apprezzati come Huawei, ASUS e OnePlus. Il 20,9% ha detto di non apprezzare ma di accettarlo in virtù di un display davvero con pochi bordi. Il restante 14,9% ha risposto invece che il notch gli piace.