Helio P60 è il nuovo processore di MediaTek: supporto per AI e molto altro (aggiornato con foto)

Vincenzo Ronca -

Durante il Mobile World Congress in corso a Barcellona, anche MediaTek presenta il suo SoC Helio P60 che vuole collocarsi nella fascia media e fornire ottime prestazioni a prezzi contenuti.

Il nuovo chipset di MediaTek è costruito con processo realizzativo a 12nm FinFET, include otto core dei quali quattro sono ARM Cortex A-73 ed i restanti quattro ARM Cortex A-53, con frequenza massima di clock di 2 GHz. Usando la configurazione big.LITTLE riserverà i core A-73 per le operazioni più complesse e quelli A-53 per le situazioni più semplici.

LEGGI ANCHE: Sony Xperia XZ2 ufficiale

La GPU integrata sarà una Mali-G72 MP3 a 800 MHz, la quale promette un 70% di performance in più. Vi riportiamo anche l’integrazione del supporto alle doppie (fino a 20 MP + 16 MP) e singole fotocamere (32 MP). Troviamo anche il supporto ai video girati a 90 fps dai sensori da 16 MP, ciò vuol dire avere il supporto al 4K con un alto frame rate anche sui device di fascia media.

La ciliegina sulla torta è il supporto all’intelligenza artificiale (APU), che abbiamo già scoperto nel Kirin 970 di Huawei. Il nuovo Helio P60 dovremmo trovarlo sugli smartphone presentati a partire già dal secondo trimestre di quest’anno, e vedremo se manterrà le promesse.

Aggiornamento15/03/2018 ore 18:15

Vi aggiorniamo riportandovi che MediaTek ha presentato ufficialmente il suo nuovo SoC a Pechino. Le informazioni che ci giungono confermano quelle già riportate, in particolare che Helio P60 sarà il primo chipset per smartphone realizzato con processo costruttivo a 12nm. Inoltre, l’azienda cinese ha focalizzato l’attenzione sul guadagno in termini di efficienza energetica che apporterà il suo ultimo prodotto, stimata circa il 25% rispetto ad Helio P30.

Vi aggiorniamo con ulteriori dettagli anche sull’integrazione dell’APU, l’unità di calcolo basata sull’intelligenza artificiale, la quale avrà due core dedicati e renderà il nuovo Helio P60 in grado di supportare la realtà virtuale e le applicazioni basate sulle reti neurali. Il nuovo SoC di MediaTek si appresta a duellare con il rivale Snapdragon 660 e dovremmo vederlo sul prossimo Oppo R15 e sui prossimi device medio-gamma di Meizu e Xiaomi.

Via: Neowin, GizmochinaFonte: Zol