10 popolari smartphone con valore SAR basso e 10 con valore SAR più alto (aggiornato marzo 2018)

Lorenzo Delli -

Molti nostri lettori si informano a riguardo del valore del tasso di assorbimento specifico (meglio conosciuto come SARSpecific Absorption Rate) di un determinato smartphone prima di procedere con l’acquisto. In teoria sulle confezioni di vendita degli smartphone tale valore dovrebbe (o comunque sarebbe buona norma) essere indicato, ma non sempre purtroppo è così.

Inoltre talvolta, anche cercando online su appositi database non sempre si riesce a trovare i due valori SAR, uno relativo al corpo, l’altro alla testa, relativi al dispositivo posseduto o in via di acquisizione.

LEGGI ANCHE: uBeam apre la sua tecnologia: “l’energia elettrica senza fili è possibile”

Aggiornamento27/01/2017

Se siete curiosi di scoprire i valori SAR degli smartphone Xiaomi, di recente la società cinese ha rilasciato un elenco quasi completo dei valori relativi ai propri dispositivi. Potete trovarla seguendo questo link.

Aggiornamento09/02/2018 ore 17:30

Proprio in queste ore il portale tedesco Statista ha riportato un’infografica relativa ai valori SAR di alcuni degli smartphone attualmente disponibili in commercio. In realtà la tabella serviva ad evidenziare i dispositivi con valore SAR più elevato, e abbiamo quindi deciso di aggiornare questo articolo del 2016 con i valori di dispositivi appunto più recenti. Oltre ai 10 smartphone con SAR basso e ai 10 con SAR alto, in fondo all’articolo trovate anche un elenco di oltre 40 smartphone e phablet versione europea con relativo valore SAR (testa).

Aggiornamento12/03/2018

A distanza di qualche giorno dalle tabelle rilasciate da Statista, un’altra tabella, sempre realizzata da Statista ma stavolta in lingua inglese e per il portale Forbes, ci ragguaglia sul valore SAR di uno degli smartphone Xiaomi tra i più diffusi ed apprezzati dell’ultimo periodo. A quanto pare Xiaomi Mi A1, il primo Android One dell’azienda cinese, ha un valore SAR particolarmente alto, più alto di quello registrato da OnePlus 5T.

1,75 W/kg: è questo il valore SAR (head) registrato per il M1 A1. Lo smartphone si guadagna quindi la cima della classifica. I valori, compresi alcuni di quelli riportati nelle due classifiche e tutti quelli nell’immagine che trovate al termine dell’articolo, sono stati raccolti dal German Federal Office for Radiation Protection.

Smartphone popolari con SAR Basso

Il podio se lo aggiudica Galaxy Note 8 con uno dei valori SAR più bassi di sempre. Niente male anche LG, che con i suoi G6 e V30 si mantiene entro valori piuttosto bassi, e anche qualche new entry del mercato come Essential PH-1 e Razer Phone.

  1. Samsung Galaxy Note 8 – 0,173 W/kg
  2. Nokia 6 – 0,207 W/kg
  3. LG G6 – 0,235 W/kg
  4. Samsung Galaxy S8+ – 0,27 W/kg
  5. Essential PH-1 – 0,28 W/kg
  6. Samsung Galaxy S8 – 0,32 W/kg
  7. LG V30 – 0,375 W/kg
  8. Razer Phone – 0,42 W/kg
  9. ASUS ZenFone Zoom S – 0,588 W/kg
  10. HTC U11+ – 0,63 W/kg

Smartphone popolari con SAR Alto

Il podio (negativo in questo caso) è di Xiaomi, che con il suo Mi A1 ha uno dei valori più alti sul mercato. Seguono vari dispositivi degli anni precedenti e anche qualche più recente come OnePlus 5T e Moto Z2 Play.

  1. Xiaomi Mi A1 – 1,75 W/kg
  2. OnePlus 5T – 1,68 W/kg
  3. Huawei Mate 9 – 1,64 W/kg
  4. Honor 8 – 1,5 W/kg
  5. Huawei P9 Plus – 1,48 W/kg
  6. Motorola Moto Z2 Play – 1,455 W/kg
  7. Huawei GX8 – 1,44 W/kg
  8. Huawei P9 – 1,43 W/kg
  9. Huawei Nova Plus – 1,41 W/kg
  10. OnePlus 5 – 1,39 W/kg

Classifica

Classifica generale in cui si nota che quasi tutti i più recenti Huawei, i Pixel 2 e iPhone X si attestano intorno a valori molto simili.

  1. Xiaomi Mi A1 – 1,75 W/kg
  2. OnePlus 5T – 1,68 W/kg
  3. Huawei Mate 9 – 1,64 W/kg
  4. Honor 8 – 1,5 W/kg
  5. Huawei P9 Plus – 1,48 W/kg
  6. Motorola Moto Z2 Play – 1,455 W/kg
  7. Huawei GX8 – 1,44 W/kg
  8. Huawei P9 – 1,43 W/kg
  9. Huawei Nova Plus – 1,41 W/kg
  10. OnePlus 5 – 1,39 W/kg
  11. Apple iPhone 7 – 1,38 W/kg
  12. Huawei P9 Lite – 1,38 W/kg
  13. Sony Xperia XZ1 Compact – 1,36 W/kg
  14. Apple iPhone 8 – 1,32 W/kg
  15. ZTE Axon 7 Mini – 1,29 W/kg
  16. BlackBerry DTEK60 – 1,28 W/kg
  17. Honor 9 1,26 w/kg
  18. Apple iPhone 7 Plus – 1,24 W/kg
  19. Sony Xperia XZ Premium – 1,21 W/kg
  20. Honor 5C – 1,14 W/kg
  21. Sony Xperia X Compact – 1,08 W/kg
  22. Honor View 10 – 1,03 W/kg
  23. Apple iPhone 8 Plus – 0,99 W/kg
  24. Google Pixel 2 XL – 0,98 W/kg
  25. Huawei P10 – 0,96 w/kg
  26. Google Pixel 2 – 0,93 W/kg
  27. Huawei P10 Plus – 0,89 W/kg
  28. Huawei P10 Lite – 0,89 W/kg
  29. Sony Xperia XZ – 0,870 W/kg
  30. Apple iPhone X – 0,87 W/kg
  31. Huawei Mate 10 Pro – 0,87 W/kg
  32. LG G5 – 0,737 W/kg
  33. Apple iPhone SE – 0,720 W/kg
  34. Sony Xperia X – 0,720 W/kg
  35. Nokia 8 – 0,711 W/kg
  36. HTC U11+ – 0,63 W/kg
  37. ASUS ZenFone Zoom S – 0,588 W/kg
  38. Razer Phone – 0,42 w/kg
  39. LG V30 – 0,375 W/kg
  40. Samsung Galaxy S8 – 0,32 W/kg
  41. Essential PH-1 – 0,28 W/kg
  42. Samsung Galaxy S8+ – 0,27 W/kg
  43. LG G6 – 0,235 W/kg
  44. Nokia 6 – 0,207 W/kg
  45. Samsung Galaxy Note 8 – 0,173 w/kg
Via: SamMobileFonte: PhonAndroid
  • Shane Falco

    Mi ricordo quando avevo xperia m che mi si scaldava tutta una zona dietro all orecchio dopo 10 minuti di telefonate, ora con a3 2015 dopo 40 minuti di telefonata non mi si scalda nulla…grazie samsung.

    • Anche l’Xperia S non scherzava :S

      • Okazuma

        Non vorrei sbagliarmi ma lo scaldarsi centra poco perché ricordo che in passato, come adesso, i Sony erano presi d’esempio proprio per l’indice SAR più basso rispetto ad altre marche più vendute

        • Imho non ti sbagli, ma le cose potrebbero anche essere correlate. Almeno io non intendo tanto il surriscaldamento del dispositivo quanto più quello del mio orecchio. I Sony comunque in queste due tabelle non sono messi così bene 🙁

          • Shane Falco

            beh se l’orecchio di scalda dietro (dove si attacca alla testa diciamo) non è un buon segno secondo me, poi dipende anche da smartphone a smartphone, non tutti i sony hanno sar alto.

          • I Sony comunque in queste due tabelle non sono messi così bene 🙁

            occhio che l’Xperia X Compact (che in questa lista è il sony con valori più alti) misura l’indice SAR da 5mm di distanza e non da 15mm come fanno altri (nelle prime posizioni), e nonostante tutto, essendo a 5mm (basta vedere sul sito della sony i valori ufficiali per i suoi telefoni di distanza ha un valore di solo 1.08W/kg (il limite imposto dalle norme UE è di 2W/kg, e solitamente la UE è molto restrittiva nelle norme di sicurezza, di certo molto più degli USA).
            inoltre anche il valore di 2W/kg è sicuramente un valore gia tutelato, perchè se un telefono avesse un valore di 1.99, rientrerebbe come sicuro (e quindi certificato dalla UE) ma praticamente è come avere un valore di 2W/kg, quindi anche un valore di 2 non credo sia così altamente rischioso di conseguenza penso che valori di 1 o 1.5 a 5mm di distanza non siano poi così tanto male.
            inoltre questi sono i valori massimi rilevati, ma non è che uno sta sempre con il telefono che manda le antenne alla massima potenza, quando il segnale è buono, la potenza diminuisce e quindi anche le radiazioni sono minori

  • Psyco98

    C’è qualche sito che riporti i valori di un discreto numero di smartphone? Possibilmente anche brand come xiaomi e zuk, che vanno via via migliorando…

    • Prova a dare un’occhiata qui http://sarshield.com/radiation-chart/

      • Psyco98

        Controllato, ma pare essere poco aggiornato (ci sono per lo più modelli vecchiotti e mancano un bel po’ di brand esplosi negli ultimi anni).
        Grazie comunque 🙂

  • Ghiro90

    Si hanno notizie sui valori sar di Xiaomi ??

    • Quelli sono tra i più difficili da scovare 😐

      • Giovanni aka Maiti Gion

        Molto curioso…
        Xiaomi redmi note 3 –>1,256
        Xiaomi redmi note 3 pro –> 0,56

        Ma sono affidabili? La trovo una cosa strana, il terminale a parte il chipset è identico…
        Grazie per la segnalazione comunque

    • Dani
  • Leon94

    Vorrei capire come fa un telefono ad avere un valore alto e altri basso! Cosa incide sul valore dato dal SAR?

    • Vengono effettuati test specifici sul dispositivo. Si colloca lo smartphone vicino ad una rappresentazione di una testa umana (viene definito SAR Phantom) pieno di liquido con le stesse proprietà dielettriche dei tessuti umani. Poi viene misurata l’intensità di campo elettrico durante la chiamata e gli effetti sul liquido contenuto nella testa. È una rappresentazione un po’ semplificata ma dovrebbe rendere l’idea 😀

      • Leon94

        Grazie Lorenzo
        Mi sai dire anche cosa dovrebbe fare un costruttore per diminuire le radiazioni emesse dallo smartphone e così avere valore SAR minore?

        • Eh, buona domanda a cui però non saprei rispondere. Penso però che non sia una cosa facile, nel senso che devi bilanciare la schermatura con la capacità di ricevere e inviare segnali. Può dipendere tanto anche dalla posizione della capsula auricolare, dalla superficie del dispositivo (ad esempio S7 edge ha SAR più basso di S7 classico) e da altri fattori.

          • Pol Pastrello

            Dipende dal posizionamento dell’antenna, se c’è qualche schermatura magari verso l’utente che lo utilizza. Ma dipende anche dalla bontà della ricezione e trasmissione; perché la potenza in uscita non è fissa. Se la cella ha delle difficoltà a percepire la modulazione chiede allo smartphone di aumentare la potenza …
            Quindi un SAR basso si raggiunge spesso con ottime capacità del modulo radio; e qui Motorola ha sempre avuto una marcia in più rispetto ad altri concorrenti …

        • Non puoi fare nulla in realtà. L’unico modo è allontanarlo dal corpo di qualche centimetro.

          • Leon94

            Grazie, ma questo lo so.
            Io intendevo cosa deve fare il costruttore per avere un valore SAR basso!

  • r3dd0g

    Strano non sia ancora comparso il tipico fan Apple a negare che il suo iPhone ha emissioni di radiazioni molto alte…

    • carlo

      però è arrivato il tipico fan android che cerca il flame.

      • Ma le radiazioni non le emette il sistema operativo vero ? 😀

    • non per difendere apple (chi mi conosce o semplicemente guardando i miei commenti, sa che non mi piace apple), ma i valori messi così hanno poco significato, perchè alcuni produttori pubblicano i risultati da una distanza di 15mm (guardacaso i primi nella lista) mentre altri li pubblicano a 5mm (e ovviamente essendo più vicino al corpo, aumenta anche le radiazioni assorbite dal corpo).
      adesso non so se i valori della apple siano a 5, 10 o 15mm di distanza, ma comunque guardate bene le specifiche ufficiali fornite dal produttore, perchè sul sito oltre a riportare i dati ufficiali, dicono anche la distanza dal corpo.
      quindi ha poco senso una classifica dove ognuno pubblica questi valori dalla distanza che gli pare.
      anzi ipoteticamente potrebbe anche essere che quello in prima posizione, se misurasse i valori da 5mm di distanza come fanno quelli nelle ultime posizioni, potrebbe tranquillamente scendere in ultima posizione… o magari chi lo sa potrebbe arrivare anche a valori molto vicini al limite tipo 1.9 e quindi per non sfigurare mettono i valori da 15mm, al contrario quelli che sono nelle ultime posizioni, potrebbero saltare in prima posizione calcolando il SAR da 15mm.
      non è mica detto che il rapporto tra radiazioni assorbite e distanza dal corpo sia lineare, potrebbe essere esponenziale passando da 15 a 5mm (o logaritmica passando da 5 a 15mm)

  • iPhone 7 – le migliori radiazioni di sempre!

  • Non trovo il Wiko Fever e neppure il corrispondente Micromax (se poi scriveste nelle recensioni quando si tratta di rebrand e di chi fareste un favore all’utenza, scoprire le cose a posteriori sulla concorrenza non è bello)

    • Sono dispositivi popolari, e considerato che persino un portale francese (quello che ha raccolto i dati) non ha riportato un dispositivo francese vuol dire che poi così popolare non è! A parte questo, non sapevo che Wiko Fever fosse un rebrand, ma è anche normale che società come Wiko (così come diversi marchi “italiani” si facciano produrre smartphone da altre società.

      • Non è che non ha portato un dispositivo, mancano tutti i terminali Wiko. Ed essendo un portale francese la cosa mi ha meravigliato, dato che è il loro maggior venditore di smartphone (non presente in Asia – Micromax – e negli States – Blu)
        Mi stai dicendo che $nome_blog_concorrente_mantenuto_da_una_sola_persona è più informato di voi? *_*
        (non mi pare corretto fare nomi di concorrenti qui nel dibattito pubblico 😀 )

        • Ma io non parlo a nome di tutti 😀 comunque non esistono blog gestiti da una sola persona, e se ho capito bene di chi parli… Diciamo che ha rivolto anche troppe attenzioni a Wiko, ed è facile intuire perché.

          • Diciamo che il nome inizia per T seguito da una o e finisce per M e A, e se sono più di uno sono bravi, dato che la prosa è sempre quella 🙂
            Dato che in fase di recensione ne parla(no) bene, molto bene (per ora la mia esperienza con il Fever si sta dimostrando negativa sia lato batteria, non sempre arrivo a sera, che lato fotocameradato che la MAF decisamente penosa, talvolta ceffa anche in esterno, Android non aggiornato a MM dato che sui forum ne parlano tutti malissimo dell’aggiornamento, anche di quello nuovo… ma è proprio MM ad esser nato male a quanto pare), non capisco perché avrebbero dovuto prendersela con il Fever 🙂

  • Wilson

    l’unico iphone con il sar basso era il 3gs

    e anche per questo che non compro un iphone ( oltre al costo ) però mi piace.
    infatti ho un s5 ( quello con effetto cerotto)

    il sar basso per un samsung è stato il s4 zoom con soli 10wkg di sar

  • ROMEN

    Ed ecco un altro primato per il Samsung Galaxy S7 Edge.

    • ismail abdelrazek

      Ho appena visto che su http://www.s21.com/sar.htm samsung s7 edge ha 0.507 il valore sar quindi ora mi domando come ciascuno di questi fanno a controllare i valori e su quanti dispositivi dello stesso e quante versioni e sopra tutto quanto realmente c’è da fidarsi dei valori dichiarati.. :/

  • Andrea

    Salve mi sono letto le specifiche dei manuali di ogni singolo telefono,a parte che mettete le specifiche solo di una delle due valutazioni(corpo e testa),invece andrebbe fatto di tutte e due,ma DOBBIAMO PARLARE del fatto che ad esempio huawei le misura a 0,5 mm di distanza come iphone,mentre samsung one plus 3 e altri a 1,5 mm?La cosa qua cambia, ci vorrebbe una legge che ponesse tutti gli smartphone alla stessa distanza,e che fosse scritto in chiaro,invece i valori sar sono messi nascosti scritti in piccoli angoli(in oltre avete messo lo z a 0,3 quando di sar body è 1,7 scandaloso!!!)…potrei andare avanti ma mi fermo qua…
    Spero che qualcuno mi risponda sulla differenza di distanza dei test.. saluti

    • in effetti è la stessa cosa che ho scritto anche io.
      è inutile fare una classifica dove alcuni mettono i risultati a 15 mm (e non 1.5 come hai scritto te) e altri a 5mm, è ovvio che a 5mm i valori siano più alti, e non è detto che il rapporto distanza/radiazioni aumenti (o diminuisca) linearmente.
      inoltre in fattore di sicurezza, le norme europee sono tra le più restrittive, quindi gia anche il valore massimo di 2W/kg penso sia gia una precauzione.
      secondo me un risultato di 1.5W/kg sul corpo da 5mm di distanza non è grave (ma non me ne intendo, anzi… nemmeno gli scienziati sanno ancora se le radiazioni facciano veramente male o no), visto che comunque è sotto al limite che gia il limite deve essere un valore che ti tutela, altrimenti se uno arriva a 1.99W/kg? mi pare ovvio che quindi gia anche 2W/kg possa essere un valore che non crea problemi (poi ripeto sulla sicurezza l’UE è sempre stata molto restrittiva, e di certo lo è molto di più degli USA)
      poi c’è anche da considerare che normalmente non è che uno tiene sempre il telefono in tasca o all’orecchio.

  • Stefy B

    ma si possono conoscere le distanze di misurazione di Asus e Lenovo?

  • si ma senza sapere la distanza di misurazione è inutile.
    alcuni pubblicano dati ad una distanza di 5mm (e ovviamente i valori sono più alti) e altri li pubblicano a 15mm di distanza, e non è detto che passare da 5mm a 15mm ci sia una differenza lineare, potrebbe anche essere logaritmica no? quindi magari uno che a 5mm ha un valore “alto” a 15mm può benissimo avere un valore più basso del primo in classifica che ha fatto le misure a 15mm.
    insomma non è detto che se a 5mm fa 1.5W/kg allora a 15mm ne fa 0.5W/kg, potrebbe farne 0.3 o 0,4 o 0,6.
    quindi meglio fare affidamento alle specifiche ufficiali fornite dai produttori visto che loro riportano del dettaglio anche la distanza di misurazione

    • È quadratica… l’intensità d’onda diminuisce proporzionalmente al quadrato della distanza. Considerando che si mantiene costante l’energia necessaria all’emissione dell’onda aumentando la distanza l’intensità d’onda diminuisce quadraticamente. P=Eeff/Z^2. Allontanandolo di 10mm (ipotizzando la prima misura a 5mm) e quindi portandoti a 15mm dovresti essere teoricamente già a valori di 0.17…

  • Kri666

    É ma i cinesoni sono meglio e costano menooo1!1!!11!1!

    • Federico98

      Non che ci sia tutta questa differenza in termini di impatto sua salute tra il primo podio e l’ultimo.

  • Costa

    Si conoscono i valori degli auricolari Bluetooth?

    • Sono molto più bassi, considera che il Bluetooth viene installato anche sugli apparecchi acustici più recenti (la variante LE). Non so neanche se effettivamente i valori sono stati misurati.

  • Shane Falco

    i cinesi ti bruciano

  • Davide Nobili

    Tempo fa avevo letto un articolo che spiegava come venivano calcolati questi valori, e spiegava che non c’è una metodologia ben precisa. Cioè quel valore che vediamo non sappiamo da che distanza è stata presa e in che condizioni, quindi è difficile paragonarli, soprattutto se si parla di device con produttori diversi.

  • Il Mago Simone

    Posso essere dubbioso sul valore del note 8 ed altri? Come fanno a essere 8/10 volte minori di altri telefoni moderni ed avere una buona o ottima ricezione? vorrebbe dire che tecnologicamente sono avanti anni luce rispetto alla concorrenza(tipo huawei che nelgli apparati di telecomunicazione è un colosso) e non ci credo. Son molto dubbioso sui metodi di misurazione

    • Fonti diverse riportano valori diversi ma tutti molto bassi (tra 0,15 e 0,3), il problema dei Samsung è il valore SAR Body, 3 volte tanto quello della testa, anche se di solito si fa appunto più attenzione al valore della testa.

      • Pol Pastrello

        No Lorenzo, come al solito qui su AW pubblicate articoli con molta superficialità, su qualsiasi argomento. Se vi viene fatto notare che avete sbagliato vi “offendete” e rispondete in modo piccato. Nell’ultimo caso sul cambio di tariffe siete arrivati a dire che TIM ci avrebbe guadagnato 12 centesimi se non ricordo male ma poi in realtà col cambio mensile se ne risparmieranno circa 4, avete corretto l’articolo ma le “rispostacce” ottenute in cambio, invece di un ringraziamento sono esemplari.
        Il motivo di questi valori così diversi è molto più semplice ma se uno non approfondisce come mai ci sia questa disparità di valori non sarò certamente io a fornirgli la pappa pronta!
        Invece di ringraziare accusate pure di fare i saputelli, quindi ARRANGIATEVI oppure fate la figura dei cioccolatai.

        • Scusami eh, non capisco perché ti stai incavolando qui per la risposta data sotto un altro articolo, non mi sembra di aver risposto male o in modo maleducato in questa occasione.

          Visto che c’eri, invece di farti tappare la vena di lunedì mattina (la settimana è ancora lunga, non ti incazzare subito), potevi cercare di darmi una spiegazione sulla diversità dei valori. Spero tu non faccia riferimento al modo in cui vengono misurati perché è ovvio che aziende diverse li misurino in modo diverso (come specificato in altri commenti qui sotto). Anzi, ho anche cercato di dare una spiegazione al perché della disparità tra Samsung e altre marche (se vai a vedere in effetti i valori SAR body e head sono estremamente diversi).

          Ma poi non so nemmeno cosa ti rispondo a fare, ogni volta che vieni su queste pagine tiri fuori un livore che non riesco proprio a capacitarmi. Perché continui a leggerci se ti facciamo perdere così tanto la pazienza?

    • per il semplice fatto che alcuni smartphone vengono misurati ad una distanza di 15mm altri ad una distanza di 10 o 5mm, questo dipende dal produttore, ma ovviamente se misuri a 15mm di distanza avrai un valore SAR minore di chi misura a 5mm di distanza

      • Il Mago Simone

        Le misurazioni dei siti specializzati che fanno i test (non dei produttori) sono eseguiti in modo identico , la distanza non varia altrimenti che test sarebbe… Non son proprio così dei pirla…

        • dubito fortemente che siano loro ad eseguire il test, penso più che si basano sui valori forniti dai produttori

  • fanodia

    Ancora una volta, chiacchiere inutili. Tanto non ti dicono la verità.

  • Belzebù

    Se sapeste cosa indica effettivamente il SAR manco lo guardereste. Per riassumere i danni vengono da cellulari con ricezione scarsa non con il SAR alto. Per i patiti da scheda tecnica dico subito di lasciar perdere. Non ci provate nemmeno a capire. Chi legge con ardore le schede tecniche non può capire. Per le persone normali (che difficilmente leggono il valore di SAR) invece possono provare, se hanno una cultura tecnica, a capire.

    • Tom

      Quindi non ho capito, chi capisce di capire di non aver capito?

    • Steve

      al solito, solo lui ha la verità

    • blkid

      Illuminaci

    • come ho detto nel commento qua sopra inoltre, non tutti gli smartphone vengono misurati dalla stessa distanza, quindi è ovvio che se l’azienda X misura gli indici sar del telefono Y da 5mm di distanza, questo risulterà con valori maggiori rispetto al telefono B del produttore A che ha fatto la misurazione a 15mm di distanza, quindi queste tabelle comparative lasciano il tempo che trovano

  • emeri

    Nell’undicesimo e tredicesimo posto c’è il medesimo smartphone.

  • occhio che alcuni rilasciano le specifiche del SAR a 5mm di distanza, altri le rilasciano a 15mm ovvero una distanza 3 volte superiore.
    è ovvio che se io produttore rilascio gli indici sar di un mio telefono da una distanza di 15mm, risulterà che emette meno radiazioni di un altro smartphone per cui gli indici sar sono riportati a 5mm di distanza, ma magari se si prendono entrambi a 5mm o entrambi a 15, il risultato potrebbe essere differente, quello che prima sembrava peggiore, in realtà potrebbe emettere meno radiazioni.
    quindi comparazioni di questo tipo hanno poco senso, dovrebbero confrontare quelli misurati a 15mm tutti insieme, quelli misurati a 10mm, tutti insieme, e quelli misurati a 5mm tutti insieme, mettere nel mucchio 5, 10 e 15mm non ha alcun senso

  • Darioxx96

    Non hanno senso queste misurazioni…dovrebbero direttamente indicare il wattaggio massimo all’antenna (così compro quel modello li per avere la miglior ricezione ?)

  • Marco Procaccino

    Salve
    Vorrei sapere quali sono (e possibilmente dove trovarli) i valori SAR di testa e corpo di Huawei P8 Lite 2017 e Honor 6x e a quale distanza sono stati misurati.

    Grazie in anticipo a tutti

    • Darth Vader

      prova cercare con google : valore SAR e nome del dispositivo