Indizi sul retro sensibile al tocco di Surface Phone, in un nuovo brevetto Microsoft (foto)

Edoardo Carlo Ceretti

Da qualche anno a questa parte, Surface Phone non è molto di più di una chimera che si nutre dei brevetti Microsoft a lui dedicati, che continuano a trapelare alla spicciolata. I più fedeli fan del gigante di Redmond non hanno ancora perso le speranze, anche giustamente visti i tanti indizi che rimandano ad Andromeda OS, ovvero il rinnovato impegno di Microsoft nel settore mobile, che vedrebbe proprio in Surface Phone il suo compimento.

Per il momento però, non possiamo fare altro che immaginare cosa stia bollendo nel pentolone di Microsoft, aiutandoci con i sempre interessanti brevetti. L’ultimo dei quali riprende un’idea non particolarmente innovativa, ma mai davvero presa in considerazione dall’industria di smartphone: una superficie sensibile al tocco integrata nella scocca posteriore.

LEGGI ANCHE: Android Wear sta per diventare Wear OS?

Secondo il brevetto, Microsoft starebbe pensando di non sprecare nemmeno un centimetro dello spazio a disposizione di un innovativo dispositivo mobile, elaborando anche una ricca serie di gesture e funzionalità che si legherebbero a questa implementazione hardware. Un’idea effettivamente intelligente, che potrebbe essere un apprezzabile complemento di un Surface Phone che dovrà necessariamente stupire il mondo, se vorrà avere qualche chance di successo. Sempre se davvero, da semplice chimera diventerà realtà.

Fonte: US Patent & Trademark Office
  • fiorenza

    speriamo che sia vero..