Iliad: le ultime indiscrezioni parlano dell’arrivo del quarto operatore italiano entro l’estate

Edoardo Carlo Ceretti L'obiettivo del primo anno italiano di Iliad sarà il 10% di quote di mercato.

Che i tasselli del quarto operatore italiano targato Iliad stiano via via trovando il loro posto, è ormai conclamato, dopo l’annuncio del CEO italiano (Benedetto Levi, 29 anni) nelle scorse settimane. Nonostante la mole di lavoro dietro ad un progetto simile sia comprensibilmente enorme e complessa, gli utenti vorrebbero soltanto sapere quando potranno conoscere le offerte di lancio dell’operatore.

Se in passato si era parlato di uno sbarco definitivo per i primi mesi del 2018, secondo fonti provenienti dalla Francia – patria di Iliad – potrebbe finalmente concretizzarsi nel corso di un non meglio precisato periodo della prossima primavera, comunque entro l’inizio dell’estate. È l’emittente televisiva transalpina BFM TV a svelare questi possibili nuovi dettagli, compreso il riferimento ai 6 mila ripetitori su cui Iliad potrà contare entro i primi 3 anni, contro i 17 mila circa di TIM o Vodafone – la copertura tuttavia sarà assicurata anche dal roaming su rete WindTre.

LEGGI ANCHE: Ritorno alla fatturazione mensile: tutto quel che c’è da sapere

Inoltre, sembra che Iliad punti a conquistarsi una quota di mercato del 10% nel corso del primo anno sul mercato italiano (in Francia, arrivò all’11% dopo un anno), ovvero una solida base da cui sferrare l’attacco decisivo ai vertici del settore, di pari passo con il costante miglioramento di reti e copertura. Dunque, potrebbero volerci ancora alcuni mesi per scoprire tutti i dettagli del nuovo operatore italiano (nome commerciale compreso), ma è probabile che il lancio coinciderà con offerte dai prezzi aggressivi. Ancora un po’ di pazienza e lo scopriremo.

Fonte: BFM TV