Apple ha comprato Shazam, il servizio di riconoscimento musicale, per 400 milioni di dollari

Leonardo Banchi

Apple ha comprato Shazam, l’app che da anni è sinonimo di riconoscimento delle canzoni in tutto il mondo, per una cifra che si aggira attorno ai 400 milioni di dollari.

A rendere pubblico il raggiungimento dell’accordo sono state oggi le due società, con comunicati che lasciano ampio spazio per immaginare gli sviluppi dell’acquisizione. Ciò che è certo è che la casa di Cupertino guarda all’affare con particolare interesse, dato che la dichiarazione si dilunga nel descrivere l’affare molto più di quanto accade di solito (spesso la società della mela parla delle acquisizioni brevemente e senza neanche nominare l’azienda assorbita).

LEGGI ANCHE: ZTE investirà altri 500 milioni di euro in Italia per lo sviluppo di IoT, ‘Smart City’ e reti 5G

“Siamo emozionati che Shazam ed il suo team pieno di talento si uniscano ad Apple. Fin dal lancio dell’App Store, Shazam si è costantemente classificata come una delle app più popolari per iOS. Oggi è utilizzata da centinaia di milioni di utenti in tutto il mondo, su varie piattaforme. Apple Music e Shazam sono un’accoppiata naturale, e condividono una passione per la scoperta di musica e la fornitura di esperienze musicali di qualità ai nostri utenti. Abbiamo in serbo piani eccitanti, e non vediamo l’ora di unirci a Shazam all’approvazione dell’accordo di oggi.”

Vedremo quindi Shazam e tutte le sue funzionalità integrate direttamente in iOS? E cosa accadrà alla versione dell’app per Android e per gli altri sistemi operativi? Difficile prevederlo adesso, ma data l’ampia esperienza nel campo del riconoscimento (non solo musicale) in mano a Shazam, non è improbabile che Apple abbia già qualche piano interessante in mente per un futuro sviluppo.

Via: Recode