Samsung va oltre il Face ID: nuovo brevetto per il riconocimento del palmo della mano! (foto)

Vezio Ceniccola

Negli ultimi tempi la sperimentazione sui sistemi di autenticazione sta procedendo a grandi passi, con affinamenti a sistemi già molto diffusi – come possono essere i lettori per le impronte digitali – o novità integrate in dispositivi di alta fascia, ed è quasi superflo citare il Face ID di Apple come esempio. A quanto pare, però, c’è ancora un’altra strada inesplorata che stuzzica i produttori di dispositivi mobili, e Samsung potrebbe essere la prima a crederci.

Stiamo parlando della scansione del palmo della mano, tecnologia avvistata in una nuova domanda di brevetto del gigante coreano pubblicata oggi, ma risalente a maggio 2016. Più che di un metodo di autenticazione vero e proprio, tale sistema servirebbe a dare suggerimenti sulla password solo agli utenti verificati, utilizzando le linee del palmo come chiave d’accesso a tali informazioni.

Questo metodo dovrebbe essere utilizzabile quando l’utente non ricorda più la propria password e vuole utilizzare il suggerimento impostato per farsi aiutare. A questo punto il dispositivo potrebbe chiedere la scansione del palmo tramite la fotocamera principale e, in caso di corretta verifica, fornigli l’indizio sulla password da inserire.

LEGGI ANCHE: Samsung Exynos 9810 ufficiale

Dunque per adesso parliamo solo di una sorta di filtro preliminare, una tecnologia non abbastanza affidabile per un’autenticazione sicura al 100%, ma non è detto che tale metodo non possa essere poi ulteriormente sviluppato in futuro, diventando un nuovo tipo di funzione per lo sblocco o il pagamento.

Al di là di queste ipotesi, ricordiamo che si tratta pur sempre di un brevetto e che per adesso non abbiamo informazioni ufficiali su un eventuale utilizzo di tale sistema su un prodotto Samsung reale. Magari avremo più informazioni nei prossimi mesi, anche se ci sembra abbastanza difficile la presenza di questa tecnologia in dispositivi in arrivo a breve.

Via: Galaxy Club