Con la fotocamera TrueDepth, iPhone X è due anni avanti ad Android

Giuseppe Tripodi -

Tutto il mondo sta aspettando di poter provare con mano iPhone X, ma il top di gamma della mela non sarà disponibile prima del 3 novembre e, in ogni caso, potrebbe arrivare più tardi del previsto. Come già evidenziato nelle scorse settimane, infatti, Apple sta affrontando dei problemi di produzione, che pare siano legati principalmente all’assemblaggio della fotocamera TrueDepth.

Proprio a causa di questi ritardi, sembra che la maggior parte degli acquirenti riceverà iPhone X solo nel 2018; il famoso analista Ming-Chi Kuo di KGI Securities ha ridotto le sue stime dei clienti che avranno lo smartphone entro la fine dell’anno: secondo i suoi calcoli, solo 30-35 milioni di utenti avranno iPhone X entro il 2017 (e non 40 come precedentemente suggerito), ma non certo per mancanza di richiesta.

LEGGI ANCHE: Tutti gli iPhone del 2018 potrebbero integrare il Face ID

D’altra parte, secondo lo stesso Kuo, la fotocamera TrueDepth è una grande innovazione, che pone iPhone molto avanti rispetto ad Android, almeno in termini fotocamera frontale e analisi del volto; secondo l’analista, ci vorrà almeno un anno e mezzo (e fino a due anni e mezzo) perché sul mercato Android si veda qualcosa di simile.

L’analista ha rilasciato queste dichiarazioni dopo aver assistito ad una dimostrazione tecnica da parte di Apple, evidenziando anche come altri sistemi simili, tra cui il riconoscimento delle iridi di Samsung, siano tecnologie decisamente più antiquate rispetto al sistema realizzato da Apple.

Via: 9to5MacFonte: MacRumors