Il roaming gratis in Europa non ha ancora fatto breccia nel cuore degli utenti

Vezio Ceniccola -

Nonostante il roaming telefonico in Europa sia stato abolito già da alcuni mesi, sembra che i cittadini continuino a non fidarsi molto degli operatori e dell’uso dello smartphone all’estero. Questo è quanto emerge dal nuovo rapporto di Eustat riguardo al Roam like at home, che ci dà una prima panoramica su come sia evoluta la situazione negli ultimi mesi.

La stragrande maggioranza dei cittadini europei (oltre il 71%) è a conoscenza del roaming gratuito nei Paesi dell’UE, soprattutto coloro che hanno già viaggiato in un altro Stato UE negli ultimi mesi (86%), ma le abitudini relative all’uso delle tariffe telefoniche all’estero sembrano ancorate al passato.

Sebbene in molti (oltre il 31%) abbiano dichiarato di aver usato il traffico dati all’estero come a casa, il 60% degli utenti ha limitato l’uso dello smartphone e delle tariffe mobili anche dopo il 15 giugno, con un lieve miglioramento rispetto al 66% registrato prima di questa data.

LEGGI ANCHE: Roaming gratis: tutto quel che volete sapere

Piccoli cambiamenti anche per gli utenti che non utilizzano la connessione dati all’estero – che scendono dal 42% al 21% –, mentre salgono coloro che effettuano telefonate in viaggio, che passano dall’11% al 24%.

Insomma, anche se la situazione a livello tecnologico e amministrativo è ormai ben definita, ci vorrà ancora qualche anno prima che tutti gli utenti europei capiscano meglio le condizioni relative al roaming gratuito e possano utilizzare più tranquillamente i loro dispositivi come se fossero a casa.

E voi di quale percentuale fate parte? Siete ancora dubbiosi sul roaming, o avete già messo alla prova le vostre tariffe anche in Europa?

Via: Corriere Comunicazioni
  • Il Galvanico

    Già provato coopvoce in Irlanda. Unica pecca il 4G non disponibile, ma si sopravvive lo stesso.

  • Paolo Russo

    Assolutamente usato a londra. Gmaps per spostarsi è obbligatorio e funziona benissimo. Con Wind 4g funzionante

    • RiccardoC

      io per quello ho sempre usato le mappe offline; ma riconosco che potrebbe essere utile per le info aggiuntive in realtime (indicazioni ed informazioni su negozi/punti di interesse etc.)

  • Marco

    Beh, l’ho usato in Germania per 10 giorni e – più che limitato – ci sono stato attento, anche perché i giga erano 2 e non 3. In ogni caso nel mio cuore ha fatto breccia eccome.

  • Elisa

    Ho sentito di persone che in Islanda si sono visti addebitare 25 euro da un momento all’altro perché era stata agganciata una cella “in acque internazionali”. Una persona con TIM, nonostante le insistenze, si è vista negare il rimborso.
    Forse là è meglio evitare

    • Marco

      ma l’islanda non fa parte dell’unione europea.

      • Elisa

        Non fa parte dell’UE ma è stata inclusa nella “Zona Europa” quindi anche in Islanda dovresti poter usare le offerte solite.
        Ad esempio la zona Europa di TIM comprende:
        Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Martinica, Guadalupa, Saint Martin, Guyana Francese, La Réunion, Mayotte, Germania, Gibilterra, Grecia, Irlanda, Islanda, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Malta, Norvegia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Repubblica Slovacca, Romania, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria.
        Come vedi oltre all’Islanda c’è anche la Norvegia, che non è nell’UE

        • Marco

          Ah, che carina tim. Beh, allora dispiace per chi ha avuto questa disavventura, forse qualche zona remota dell’islanda ha davvero agganciato una cella fuori dall’UE.

  • eric

    ….viaggio spesso in Europa e per me è stata una manna dal cielo!
    comunque la Tre già mi dava le telefonate gratuite illimitate all’estero e per l’estero da oltre un anno …. il roaming dati è il vero Plus se si ha un piano dati adeguato

  • RiccardoC

    io per motivi familiari non ho ancora avuto occasione, ma so quanto mi avrebbe fatto comodo in tante situazioni, non vedo l’ora!

  • Ti credo che gli utenti non si fidano…. ci sono operatori, come Fastweb, che all’estero ti danno solo uno dei sei giga che si hanno a disposizione in Italia!

    Per fortuna però ci sono anche quelli che all’estero ti danno tutti i quindici (15) giga che si hanno in italia.. tipo Wind. Una vera pacchia, praticamente se in hotel non va il WiFi (come mi è appena capitato in Spagna), chissene!

    • Okazuma

      In teoria dipende da quanto paghi la tariffa base. Non è che Fastweb è cattiva e Wind è buona XD

      • Psyco98

        Wind potrebbe attaccarsi ai limiti minimi, come questi ladri della Vodafone, che per molte nazioni nemmeno hanno bisogno di acquistare GB perché ha già la sua rete.
        Pure fastweb ha chiesto la deroga, ma nonostante questo lascia 1GB, anche se tutto questo gli costa più che agli operatori “reali”.

      • Invece si, perché da quel che ho visto finora Wind ignora questa “regola” e all’estero fa utilizzare tutti i 15 gb + 1000 minuti, pagati €7.

  • MaDaPi

    Il roaming dati è stato fondamentale questa estate. Dopo il timore iniziale, per 3 settimane tra Austria, Germania, Danimarca e Svezia è stato fondamentale x maps, mezzi, musei, ristoranti … Impossibile farne a meno. Visto anche un paio di film in streaming senza problemi 😛
    PS nessun problema nemmeno in base alla limitazione che verrebbe dal calcolo, gli operatori wind mi hanno più volte confermato l’utilizzo di tutti i GB e così è stato.

  • Okazuma

    Usato con massima soddisfazione in a Madrid e Ibiza
    Poter usare lo smart mi ha semplificato tantissimo la vita tra indicazioni con Maps, info generali su orari etc etc, acquisto biglietti al volo….
    Non mi sono limitato particolarmente, anzi.

  • kalabro

    Usato tranquillamente 15 giorni in giro per la spagna con wind che mi aveva confermato l’utilizzo di tutti i 6 giga del piano….usato spesso anche per radio in streaming e naturalmente anche per maps, e alla fine il consumo dei dati è stato in linea con i miei consumi italiani

  • boosook

    Io vivo all’estero e ancora c’e’ gente che, quando la chiamo, mi dice “eh dai attacca, ma quanto stai spendendo”, in realta’ (a meno che non mi abbiano preso in antipatia) secondo me pensano addirittura di pagare loro quando ricevono la telefonata. Tutte le volte che parlo con qualcuno, noto una totale ignoranza delle regole di roaming. “Ma se io ti chiamo, devo pagare?”. Quasi nessuno era al corrente del roaming all’estero, chi ne era al corrente aveva sentito dire qualcosa, ma non si era poi informato. La gente e’ cosi’, non c’e’ da stupirsi. Perle ai p0rci. 🙂

    • Berserker02

      Non è che tutti siano viaggiatori abituali, eh …. a noi che giriamo molto la cosa è nota, ma agli altri no.

    • Pol Pastrello

      Magari è più dovuto alla diffidenza verso gli operatori mobili che cercano sempre un modo per “inchiappettarti”.
      Per quanto riguarda il mondo tlc il cliente cerca sempre dove sta la fregatura. Il diavolo sta nei dettagli dicono.

  • Psyco98

    Tra tutti gli operatori il più disonesto è di certo Vodafone: ha una propria rete in più stati di qualsiasi altro operatore europeo, che vuol dire non dover acquistare GB, ma in Italia è l’unico big (e comunque tra i pochissimi anche se si considerano i virtuali) ad aver limitato i dati al minimo consentito.
    Alla fine ho dovuto prestare molta attenzione all’utilizzo, ma nonostante questo è stato di un’utilità pazzesca, anche solo per le mappe.

    • Berserker02

      Vodafone è SEMPRE stata la più ladra in assoluto, superando perfino una maestra come la Tim ….

      • Psyco98

        Un tempo di sicuro (sì, mi riferisco alla piaga delle ricariche che non erano dell’importo ma dal quale andava tolto un po’), ora, nel complesso, se la giocano

      • Tiwi

        tim tiene ancora la faccenda dei buchi dei rinnovi, e anche dopo il servizio delle iene, non hanno cambiato nulla
        ovviamente alle varie autorità questo và più che bene, per il mondo dei magnaccioni

  • E Vodafone che giustificazione ha, visto che dei 7 Giga che ho me ne fa usare soltanto 2,1 all’estero?

  • Ryder_173

    Scusate ma bisogna abilitare l’opzione roaming quando si è all’estero o non è necessario?

    • Si è necessario, tecnicamente è pur sempre roaming, cambia solo la tariffazione.

      • Ryder_173

        Ok, grazie

  • Tiwi

    ovvio che hanno timori, hanno fatto leggi a cavolo, limitandone l’uso a 7/2*3.14 giga disponibili (almeno qualcuno) e non è che gli operatori abbiano fatto tanto per dare ulteriori chiarimenti

    speriamo in futuro tutto sia più chiaro a tutti