Instagram: i 500 milioni di utenti al giorno confermano come le Storie siano state la vera mossa vincente

Edoardo Carlo Ceretti E la crescita non accenna a fermarsi.

Instagram ha da poco tagliato un nuovo straordinario traguardo: il raggiungimento di ben 800 milioni di utenti mensili e addirittura 500 milioni di utenti che utilizzano il social network di proprietà di Facebook su base quotidiana. Numeri davvero da capogiro, che senz’altro non nascono da un giorno all’altro, ma di cui è possibile facilmente rintracciare una delle più recenti e maggiori cause di incremento.

Non è un segreto infatti che le Storie – introdotte poco più di un anno fa – abbiano cambiato notevolmente l’approccio degli utenti alla piattaforma. Da un semplice contenitore di album fotografici decisamente statici – aggiornabili e consultabili anche di rado, senza comunque il rischio di perdersi per strada i contenuti – si è trasformato in un dinamico e frenetico palcoscenico su cui esporre i propri fatti quotidiani e da cui ammirare quelli altrui.

LEGGI ANCHE: Create libri cartacei con le chat di WhatsApp

Il fatto poi che ogni storia si autocancelli dopo sole 24 ore, spinge gli utenti ad aprire molto più di frequente l’app di Instagram, entrando a far parte della routine quotidiana di milioni di utenti. 500 milioni appunto, per l’esattezza, ben 200 milioni in più rispetto ad un anno fa, ovvero il periodo precedente all’introduzione delle Storie. Cifre che parlano chiaro.

Nonostante i numeri di Facebook e WhatsApp siano ancora lontani – 1 miliardo di utenti al giorno per ciascuno – una crescita così vertiginosa non accenna ad arrestarsi, anzi non stupirebbe se Instagram riuscisse ad avvicinare ulteriormente i due servizi fratelli, nell’arco dei prossimi mesi.

A chi invece la crescita di Instagram ha indubbiamente tarpato le ali è Snapchat, ossia il social a cui è stata scippata l’idea delle Storie. La sua crescita di soli 30 milioni di utenti nel giro di un anno è sinonimo di come questa battaglia sia ormai stata perduta. Urgono nuove idee, per tentare di tornare sulla cresta dell’onda. Impresa tutt’altro che semplice.

Via: The Verge, CNBC