Altro che Galaxy S8, iPhone X supera pure Macbook Pro!

Giuseppe Tripodi -

Durante la presentazione di iPhone X e iPhone 8, Apple ha lodato il nuovo SoC che che si trova sotto il cofano dei due smartphone, ossia il nuovissimo Apple A11 Bionic, che promette performance nettamente superiori rispetto al precedente chip Apple A10 Fusion. E, non c’è che dire, le promesse sembrano decisamente rispettate.

Su Geekbench, infatti, sono apparsi i primi benchmark relativi ad iPhone X, che ottiene dei punteggi sorprendentemente alti: il punteggio massimo arriva a ben 4.251 in single core e 10.092 in multi core (e, in ogni caso, i risultati superano quasi sempre i 4.000 punti in single core e i 9.000 in multi core).

 

Si tratta di valori altissimi, nettamente più elevati di qualsiasi smartphone Android: per dare un’idea di confronto, il benchmark di riferimento per Galaxy S8 utilizzato da Geekbench si ferma a 1965 in single core e 6493 in multi core.

LEGGI ANCHE: 10 cose da sapere su iPhone X

Stando alle cifre di Geekbench, il nuovo Apple A11 Bionic va a competere direttamente con i chip di classe desktop: il Macbook Pro 13″ di metà 2017, con Intel i5-7267U a 3,1GHz, ad esempio, ha un benchmark di riferimento di 4227 in single core e 8955 in multi core.

Confronto benchmark in data 12 settembre (via PhoneArena)

Per quanto i benchmark possano essere variabili e nonostante non siano sempre un indice di prestazioni reali, è evidente che questo iPhone X promette davvero grandi cose: non mancheremo di testarlo appena possibile, ma sembra proprio che con Apple A11 Bionic la società di Cupertino abbia proprio fatto centro.