Roaming in UE con Wind: i GB di Porta un amico non sono validi all’estero

Giuseppe Tripodi -

Come probabilmente già saprete, a partire dal 15 giugno entreranno in vigore le nuove normative europee per il roaming, che prevedono la possibilità per gli utenti di tutta Europa di potersi spostare liberamente tra i paesi dell’Unione Europea, continuando ad utilizzare i propri bundle di chiamate, SMS e dati come se si trovassero nel proprio paese di provenienza.

Tutti gli operatori dovranno adattarsi, ma Wind ha addirittura anticipato i tempi, comunicando che eliminerà i costi di roaming a partire dal 24 aprile: a partire da questa data, infatti, entrerà in vigore la nuova opzione Easy Europe, che rispetta le condizioni imposte dall’Unione Europea, genericamente chiamate Roaming Like at Home (RLAH o RL@H).

LEGGI ANCHE: Roaming gratis in Europa dal 15 giugno: tutto quel che volete sapere

Tuttavia, come avevamo anticipato nel nostro articolo riassuntivo (link qui su), ci saranno alcune limitazioni relative al traffico dati, che dipendono dalle norme di corretto utilizzo della propria SIM all’estero. In particolare, come trapelato dal canvas Wind pubblicato dal canale Telegram WindWorld, i clienti dell’operatore arancione non potranno utilizzare all’estero i GB ottenuti tramite promozioni gratuite.

Questo vuol dire, insomma, che il bundle che si potrà usare all’estero prevederà solo il numero di GB incluso nell’offerta base (es: Wind All Inclusive Gold), ma non quelli accumulati con ulteriori promozioni gratuite, come Porta i tuoi amici, 1 GB Under 30 e così via.

Come riportato esplicitamente da Wind, le Offerte escluse saranno le seguenti:

OFFERTE ESCLUSE:

Easy Europe non si applica alle offerte Call Your Country Gold, 20 GIGA Powered e Tourist Pass
Le promozioni gratuite che includono servizi dati nazionali non sono valide in Unione Europea: GIGA per Te; GIGA Ricarica; Welcome GIGA; 100 Mega Bonus; Promo GIGA Smart (promo 5 Giga); 1 GIGA Powered; Internet Box; Porta i tuoi amici; 50 GIGA; 20 GIGA Powered Magnum, 1 GIGA Under 30; 3 GIGA GRATIS; Internet 500 Mega; Promo MNP 1 GIGA; Smartphone Box 1GIGA; GIGA Bonus; Internet 1 Mese Gratis; Wind Giga Box.

Nel caso in cui il cliente non abbia alcuna offerta con pacchetti di chiamate, SMS e dati o nel caso in cui superi le soglie previste, Wind ha deciso di applicare due tariffe uniche a consumo (Pay Per Use), una per i clienti con SIM prepagata (ricaricabile) e una per i clienti con SIM postpagata (alcuni abbonamenti).

In particolare, i clienti con SIM postpagata seguiranno questa tariffazione:

  • Chiamate: 17 centesimi/minuto
  • SMS: 7 centesimi/SMS
  • Dati: 10 centesimi/MB

Al contrario, per i clienti con SIM prepagata (quindi tutte le ricaricabili), è prevista la seguente tariffazione:

  • Chiamate: 8 centesimi/minuto
  • SMS: 7 centesimi/SMS
  • Dati: Daily o 24 centesimi/MB

In questo caso, il costo dei dati dipende dalla tariffa base utilizzata dal cliente: per chi ha Wind 1, è previsto il costo di 24 centesimi per ogni MB; in tutti gli altri casi, dovrebbe essere attiva l’opzione dati Daily, che prevede il pagamento di 4€ alla prima connessione e poi un bundle di 500 MB da utilizzare in giornata; nel caso si superassero i 500 MB previsti, non sono previsti altri addebiti, ma si applica lo shaping, ossia la connessione viene rallentata a 32 Kbps fino al giorno successivo.

Infine, precisiamo che le offerte All Inclusive Unlimited Premium e Top Mondo non sono soggette alla regolamentazione e restano invariate, mentre per le offerte Magnum Consumer e Partita IVA (Wind Magnum, Magnum Family/Company) che prevedono la condivisione del traffico dati tra due diverse SIM, è possibile utilizzare il proprio bundle di GB anche se l’altra SIM si trova in Italia; anche in questo caso, al termine dei GB disponibili, la connessione viene rallentata a 32 Kbps.

Questo, attualmente, è tutto quel che c’è da sapere sul roaming Wind in Unione Europea: nonostante qualcuno potrebbe storcere il naso per non avere all’estero tutti i GB che ha in Italia, si tratta comunque di un grande passo avanti rispetto al passato, che sicuramente favorirà la vita di tutti i consumatori all’interno dell’Unione Europea.