LTE in crescita in tutto il mondo, Italia più veloce degli USA: il rapporto di OpenSignal

Giuseppe Tripodi - Il nuovo report di OpenSignal mostra uno spaccato delle reti mobili e WiFi in tutto il mondo

OpenSignal è una società specializzata nell’analisi delle reti wireless, mobile e non, che ha appena pubblicato il suo nuovo report in merito alla situazione mondiale delle connessioni. Il periodo oggetto dell’analisi va dal 1 novembre 2016 al 31 gennaio 2017 e riguarda un campione di oltre un milione di utenti divisi in 87 paesi.

Secondo quanto sintetizzato da OpenSignal stesso, le connessioni LTE stanno crescendo in tutto il mondo e hanno raggiunto velocità ragguardevoli in molti paesi, ma il WiFi e le connessioni domestiche (e non) continuano a giocare un ruolo estremamente importante, anche in alcuni stati in cui non ce lo saremmo aspettato.

Parlando delle velocità del 4G, in cima alla classifica e con un discreto stacco dagli altri c’è la Corea del Sud, con una velocità media di 37,54 Mbps. Sul podio seguono Norvegia (34,77 Mbps) e Ungheria (31,04 Mbps). L’Italia è al ventisettesimo posto nella classifica mondiale, con un degno 14,62 Mbps come velocità media delle reti LTE: si tratta di un valore nettamente inferiore rispetto ai paesi in cima alla classifica e anche leggermente più basso di diversi paesi europei (sopra di noi ci sono UK, Grecia, Bulgaria, Spagna…), ma comunque relativamente alto e superiore ai valori di Germania, Francia, USA e moltissimi altri stati. Ultima in classifica la Costa Rica, con solo 2,69 Mbps.

LEGGI ANCHE: Migliori offerte degli operatori

Per quel che riguarda le connessioni WiFi, invece, gli olandesi passano il 68,53% del loro tempo in rete connessi ad una rete wireless, seguiti dai cinesi (65,42%) e i tedeschi (61,44%). Gli italiani in questo caso si trovano al centro della classifica, con poco meno della metà del tempo connessi ad una rete WiFi, per la precisione il 48,37%. In questo caso il paese ultimo in classifica è la Nigeria, con solo l’11,43% del tempo connessi a WiFi.

Per farvi un’idea complessiva, vi lasciamo con le due classifiche citate nell’articolo e vi rimandiamo al report completo di OpenSignal.

 

  • Nigel

    si anche perchè gli usa sono leggermente più grandini dell’italia… coprire con una buona velocità tutti gli stati uniti ce ne vuole eh

    • Luca Serri

      Già, sarei curioso di vedere la statistica degli USA senza tutti gli immensi deserti & co.

  • macosx

    La media viene abbassata grazie a Wind oppure le torri radio di Vodafone (da me va proprio sui 14mbps in “4G”, Tim invece è una sorpresa 40mbps indoor e 100mbps in 4G+

    • Sicily98IT

      la media viene abbassata grazie alla diseguaglianza della rete, zone in cui vai a 300mbps e zone in cui vai a 10mbps.
      Poi è anche vero che wind non ha chissà quali velocità e abbassa la media di tanto.
      Speriamo che unendosi a Tre possano concludere qualcosa.
      Almeno TIM e Vodafone alzano un pò i valori con le loro velocità estreme, specie in 4g+

      • macosx

        Giusto, personalmente ritengo la rete 3 la più veloce (sia in 3G che in 4G, ma con scarsa copertura), la rete Vodafone è quella con copertura maggiore (a Napoli prende addirittura in una linea metropolitana), ma ha un oscillazione maggiore, man mano che ci si allontana dai centri abitati cala di troppo la velocità e sta privilegiando troppo i grossi centri. Tim personalmente la ritengo più costante invece, la velocità non sarà delle migliori (di sicuro inferiore a 3 e a Vodafone), però ha una maggior costanza, personalmente nella zona in cui sono non sono mai sceso sotto i 20, wind non l’ho mai provata personalmente, ma di tutti i miei parenti ce ne fosse 1 che non si lamentasse della lentezza, spero anche io che con la fusione riescano a mantenere degli standard alla vecchia H3G, perché erano veramente elevati, preferisco avere una linea 3G ma che faccia navigare ad un 4G inutilizzabile.