Distratti dallo smartphone? Ecco il semaforo da marciapiede che potrebbe salvarvi la vita (foto)

Vezio Ceniccola

Tra i tanti problemi causati dagli smartphone, ci sono anche quelli legati alle distrazioni che essi generano. Una delle più pericolose è sicuramente quella legata alle camminate in città, quando spesso siamo chini con la testa sullo schermo del nostro cellulare e non ci accorgiamo di ciò che ci circonda. Per gli utenti più distratti, questo atteggiamento rischia di essere davvero molto pericoloso, soprattutto in presenza di incroci e semafori.

Fortunatamente, c’è chi ha pensato a loro. L’azienda HIG Traffic Systems ha messo a punto un innovativo semaforo da marciapiede, visibile anche da coloro che sono troppo concentrati a guardare il loro smartphone ed hanno il capo inclinato verso il basso. Il sistema si chiama +Lichtlijn, ed è già in funzione nella città di Bodegraven, nei Paesi Bassi.

Come potete vedere dalle immagini in galleria, questo nuovo semaforo è composto da una striscia di LED incassata nel marciapiede e sincronizzata col semaforo verticale. Grazie alla sua luminosità, la striscia colorata è visibile sia di giorno che di notte, garantendo una sicurezza maggiore negli attraversamenti pedonali sui quali è installata.

LEGGI ANCHE: Il robot Gita di Piaggio

Ovviamente questo sistema non è una soluzione definitiva, ma rappresenta un valido aiuto per combattere la progressiva zombificazione degli essere umani, sempre più distratti dagli apparecchi tecnologici ed alienati dalla realtà. HIG Traffic Systems spera di poter esportare il suo prodotto anche nel resto del mondo, collaborando con governi ed amministrazioni comunali.

L’idea ci pare tanto ottima quanto semplice, e ci piacerebbe molto vedere un semaforo del genere anche nelle nostre città. Il consiglio, comunque, è quello di fare sempre tanta attenzione quando si cammnina per strada, sia in presenza di incroci che nel resto delle nostre passeggiate. La tecnologia è croce e delizia del nostro secolo, ma la prudenza può aiutarci a sopravvivere, nonostante tutto.

Via: The Verge