Quando Assistant arriverà davvero in Italia, potrete chiedergli di condividere i vostri dati nelle chat di Allo

Andrea Centorrino -

Google Assistant per il momento non parla italiano, ma del resto i prodotti di punta che ne fanno uso, ovvero i Google Pixel e Google Home non sono ufficialmente disponibili nel nostro paese. Tuttavia, tramite l’app di messaggistica Allo è possibile avere un assaggio del nuovo assistente, che per il momento se la cava solo con richieste elementari. L’ultima funzione a raggiungere l’app, almeno per le lingue completamente supportate, è la possibilità di condividere alcune informazioni personali direttamente all’interno delle chat.

Menzionando Assistant in una qualunque chat di Allo tramite la stringa “@google“, gli utenti abilitati potranno richiedere all’intelligenza artificiale di trovare contatti, appuntamenti in agenda, prenotazioni aeree e molto altro. Una volta selezionata la voce d’interesse, questa verrà condivisa con gli altri utenti della chat.

LA PROVA: Google Allo e Assistant: “belli ma castrati”

A suo tempo, anche Hangouts aggiunse funzioni smart alle chat: ad esempio, se qualcuno chiede dove ci troviamo, l’app ci suggerisce di condividere la nostra posizione. Dubitiamo che saranno funzioni come questa a risollevare le sorti di Allo, ma la tendenza di Google a lanciare prodotti incompleti per poi migliorarli col tempo, in casi come questo, sembra aver deciso le sorti della piattaforma. Pensate di dare, prima o poi, una seconda chance ad Allo? Oppure ha già soppiantato servizi di messaggistica ben più rodati? Quale che sia la vostra risposta, trovate i badge per il download dell’app qui in basso.

App Store badge

Google Play Badge

Via: EngadgetFonte: Google