Il mercato smartwatch è immobile (ma Apple Watch ha comunque il 55%)

Giuseppe Tripodi -

Ieri abbiamo parlato dei ricavi di Apple nell’ultimo trimestre fiscale: alla società di Cupertino è andata molto bene con gli iPhone ma la mela non pubblica cifre ufficiali per gli Apple Watch.

Per questo motivo, è necessario affidarsi alle società di analisi, come ad esempio Strategy Analytics, da cui proviene la tabella che potete vedere in fondo. Secondo quanto calcolato, nell’ultimo trimestre del 2016 Apple ha venduto 5,2 milioni di smartwatch, ben più degli 0,8 milioni venduti da Samsung.

Le cifre di Apple rappresentano il 55% del mercato che, secondo gli analisti, nel 2016 è stato di 21,1 milioni di unità: si tratta leggermente di più dello scorso anno (20,8 milioni) ma la crescita anno su anno è incredibilmente più bassa rispetto a quella del 2015. In dettaglio, nel 2016 è stato venduto l’1,4% in più di smartwatch rispetto all’anno passato; nel 2015, invece, era stato venduto il 352,2% in più che nel 2014.

LEGGI ANCHE: Fitbit produrrà finalmente uno smartwatch

Questo conferma che il mercato degli orologi intelligenti è piuttosto arenato e, probabilmente, il mercato degli appassionati è ormai saturo, mentre le persone “comuni” non sento ancora l’esigenza di questo genere di dispositivi.

Via: 9to5Mac
  • LucaFrance Traverso

    be certo, chi ha comprato lo watch di apple lo ha fatto solo per poter dire “…oh cioe’ cio’ l’applewatch!!” e basta.

    • m477

      Per molti probabilmente è così, ma altri lo hanno preso perché è uno smartwatch valido, è l’unico che funziona bene con iOS.

  • V-man

    Vediamo quando diventeranno “vecchi” se la gente sarà ancora disposta a spendere quei soldi dato l’enorme giovamento che ne hanno ricevuto 😉

  • Ciaoiphone4

    Io ero scettico sugli smartwatch, tanto che avevo preso come prova la miband 2 la scorsa estate, e mi ero trovato bene con quella nel limiti delle sue funzioni, ma mi ripetevo che non mi sarei preso un Apple Watch se alla fine erano così limitati. A fine dicembre ho trovato in offerta a 300 € anziché 369€ alla media world l’apple Watch series 1 (che ricordo essere il modello rinnovato a settembre 2016 con il processore dell’apple Watch 2, ma con assenza del gps, impermeabilità fino a 50 m di profondità e schermo con luminosità maggiore), in più avevo uno sconto di 100€, e mi sono trovato a pagarlo 200€.
    Se non era per il prezzo inferiore di 169€ rispetto alla Apple, non lo avrei comprato, dato la mia indecisione, e non interessandomi le 3 funzioni esclusive dell’apple Watch series 2 (quando esco, l’iPhone lo prendo sempre, quindi risolto il problema del gps, in acqua non lo avrei mai portato per paura che l’impermeabilità non avesse tenuto, e la luminosità, come si è dimostrato con l’utilizzo, non mi sembra un problema) ho preso la series 1.
    Ora dopo 1 mese di utilizzo mi trovo bene, le funzioni disponibili e le app che mi interessano sono presente e funzionano a dovere. Mi aiuta molto anche nell’esercizio quotidiano, sia per bici indoor, che corsa e camminata outdoor e anche con lo stepper; ero uno molto sedentario, ma ora come ora mi sto muovendo molto. Come batteria riesco a coprire 2 giorni completi, con tutte le funzioni e i sensori attivi, ed è sempre connesso all’iphone o al massimo al wifi di casa; ovviamente la notte del giorno che non lo carico, lo spengo comunque. Se dovessi tornare indietro lo ricomprei anche prima di quanto ho aspettato, forse sempre con qualche sconto, ma comunque lasciando perdere la Miband 2; l’unica cosa non so se il modello “zero” rilasciato nel 2014 lo avrei apprezzato (come sto apprezzando il mio modello) dato la sua estrema lentezza lamentata da chi lo possiede.