Il native advertising fa guadagnare il 40% in più delle altre pubblicità

Giuseppe Tripodi

Secondo quanto rilevato dalla società YouAppi, che gestisce la piattaforma di marketing OneRun e ha condotto una ricerca basata su centinaia di campagne sui dispositivi mobili, il native advertising è ancora la forma di pubblicità che funziona meglio su smartphone e tablet.

Per native advertising, generalmente, si intende quel tipo di pubblicità in cui l’ad si mescola con i contenuti dell’app; secondo YouAppi, questo tipo di promozione è quello che rende di più, con una percentuale di click (CTR) fino al 30-40% superiore rispetto agli altri tipi di ad.

LEGGI ANCHE: Snapchat metterà le pubblicità tra le storie dei vostri amici

Secondo quanto riferito, questo tipo di pubblicità funziona particolarmente bene perché basata su standard condivisi (ad esempio le dimensioni delle immagini di 1200 x 627 pixel) e comunemente accettati, tanto dagli utenti quanto dai fornitori.

Immagine via: YouAppi

Via: VentureBeatFonte: YouAppi