Carbon Warfare è un ottimo strategico con un importante messaggio di fondo (recensione)

Lorenzo Delli

Recensione Carbon Warfare – Vi abbiamo parlato giusto pochi giorni fa di questo nuovo strategico edito dalla software house Gamesource Studio, divisione della società Virtuos che ha collaborato alla realizzazione di un gran numero di titoli famosi per diverse piattaforme di gioco. Dopo aver speso qualche giorno in sua compagnia siamo quindi in grado di fornirvi un giudizio a riguardo che vi anticipiamo essere positivo. Come accennato nell’articolo di presentazione, Carbon Warfare non si propone come un semplice gioco di strategia, ma anche come un mezzo per veicolare un messaggio piuttosto importante relativo agli effetti del riscaldamento globale sul clima, sull’ambiente e, ovviamente, sull’umanità.

Carbon Warfare viene a costarvi 2,99€, e c’è chi potrebbe obiettare che si tratti più che altro di un modo per speculare sul riscaldamento globale tramite la vendita di un gioco per dispositivi mobili. C’è però da dire che non è la prima volta che un gruppo di sviluppatori decide di sfruttare un mezzo del genere per sensibilizzare i giocatori: uno dei primi esempi che ci viene in mente è First Strike, uno strategico per certi versi simile realizzato da una software house indie svizzera che aveva come obiettivo quello di mettere in guardia i giocatori sulle conseguenze di un eventuale conflitto nucleare.

LEGGI ANCHE: First Strike, la nostra anteprima/recensione dello strategico sulla guerra nucleare

Anche in quel caso il gioco era a pagamento, ma talvolta ci scordiamo che gli sviluppatori sono persone che investono la loro passione e il loro tempo per la realizzazione di un prodotto che deve, per forza di cosa, generare profitto. E gli sviluppatori di Carbon Warfare non si sono assolutamente approfittati dei loro giocatori: i 2,99€ previsti sono ben spesi, visto che potenzialmente il gioco offre decine di ore di divertimento a un prezzo contenuto. Il messaggio presente poi non è assolutamente da sottovalutare, vista la tanta disinformazione che gira in merito all’argomento.

recensione-carbon-warfare-1
Recensione Carbon Warfare – La temperatura globale media è già sopra i 17 gradi, e infatti l’umanità sta reagendo portando avanti un programma di cattura del carbonio.

Come funziona Carbon Warfare e perché lo riteniamo un ottimo strategico. L’interfaccia di gioco ci offre una visuale in tre dimensioni del pianeta Terra e delle sue principali città. L’obiettivo, manco a dirlo, è quello di spazzare via l’umanità sfruttando investimenti mirati, influenzando l’opinione pubblica attraverso la stampa e scatenando eventi atmosferici disastrosi (11 in tutto) causati proprio dall’incremento della temperatura media. Sì perché alcune delle dirette conseguenze del riscaldamento globale, oltre al temuto scioglimento dei ghiacci che causerebbe la distruzione di alcune città costiere, sarebbero devastanti su più livelli. Le dinamiche di gioco sono state create in collaborazione con esperti di climatologia, economia e, appunto, riscaldamento globale, e una singola campagna di gioco si estende intorno ai 70 – 100 anni terrestri. Non si tratterebbe quindi di conseguenze immediate, ma di un lento logorio causato dall’ignorare evidenti indizi legati all’aumento della temperatura media.

Inizieremo prendendo di mira un continente (guarda caso è facilissimo partire dagli Stati Uniti) e investendo le nostre prime risorse sulla produzione di automobili e SUV, su industrie pesanti basate sul carbone e sul mantenere l’opinione pubblica a freno investendo parte dei primi guadagni proprio sulla stampa. L’umanità si accorgerà presto dei problemi, proprio grazie all’aumento della temperatura e al susseguirsi dei primi disastri ecologici: l’azione si farà sempre più frenetica e dovremo investire sempre più velocemente e in nuovi continenti tenendo conto di ostacoli di vario genere. Ci saranno promotori di nuove manovre ecologiche da contrastare sia sfruttando eventuali strumenti per influenzare i cittadini, sia scatenando disastri ecologici nelle città dove stanno operando. Come se non bastasse avremo a che fare con i governi, che cercheranno di contrastare il lento arrivo dell’apocalisse creando leggi ad-hoc, limitando gli investimenti e quant’altro. L’obiettivo finale è appunto quello di radere al suolo tutte le principali città della Terra rendendo inabitabili i vari continenti (un po’ come in Plague, Inc.).

recensione-carbon-warfare-6
Recensione Carbon Warfare – L’umanità è vicina all’estinzione, e l’ennesima carestia sta portando alla distruzione delle ultime grandi città africane.

Quelle che vi abbiamo appena illustrato sono solo le dinamiche di una delle cinque modalità di gioco, ovvero quella classica denominata Mondo Reale che ha a disposizione tre livelli di difficoltà. Potrete anche affrontare le modalità Ira della Natura, in cui vi troverete ad utilizzare solo disastri naturali, Buon Governo, dove i governi mondiali faranno di tutto per metterci i bastoni tra le ruote, Potere di Orlando, basato principalmente sul contrastare i poteri dei così detti Orlando (i promotori della manovre ecologiche) e dulcis in fundo Paradiso Lobbista, il più amato dai complottisti di tutto il mondo. Le ultime due saranno però bloccate: dovrete guadagnarvi punti affrontando e dominando le prime tre modalità per accedervi. Ognuna di esse si basa comunque su un giusto bilanciamento delle risorse a disposizione: non basta investire casualmente in giro per il mondo. Bisogna continuamente tenere sotto controllo temperatura, fondi, opinione pubblica, eventuali iniziative e tanti altri piccoli dettagli che potrebbero facilitare o ostacolare il raggiungimento dell’obiettivo finale. Non pensate che sia semplice: vincere una partita potrebbe richiedere più di un tentativo.

Pensate sia un modo crudele di veicolare un messaggio? Possibile, ma purtroppo talvolta per mettere in guardia le persone bisogna metterli davanti alla dura e cruda verità, senza mezzi termini. A prescindere comunque dal messaggio di fondo, se siete appassionati di giochi strategici e cercate un ottimo passatempo da giocare in mobilità (Carbon Warfare si presta benissimo anche grazie al sistema di salvataggio della partita), il titolo edito da Gamesource Studio potrebbe davvero fare al caso vostro.
App Store badge

Play Store badge

Recensione Carbon Warfare – Trailer

Recensione Carbon Warfare – Screenshot