Samsung: peggiori vendite di sempre dopo il richiamo di Galaxy Note 7

Giuseppe Tripodi -

Se seguite il mondo della tecnologia, di certo non vi saranno sfuggite tutte le vicende legate al tanto discusso Galaxy Note 7: dopo aver lanciato questo phablet, subito eletto da molti come miglior smartphone Android, la società coreana ha dovuto ritirarlo dal mercato per problemi con la batteria, per poi cancellare definitivamente la produzione di questo dispositivo.

Queste vicende hanno influito non poco sul nome dell’azienda, che nel Q3 di quest’anno ha registrato le peggiori vendite di sempre, perdendo oltre il 14% rispetto allo stesso periodo del 2015.

LEGGI ANCHE: Le vendite di smartphone sono cresciute (solo) del 6,6% nel 2016

Nonostante tutto, però Samsung è rimasta comunque in cima alla classifica: i dati della tabella qui sotto vengono da Gartner, una delle più importanti società di analisi al mondo, e confermano la prima posizione della società coreana, con il 19,2% del mercato; a seguire Apple (11,5%) e Huawei (8,7%). Dulcis in fundo, decisamente interessante l’ascesa di Oppo che, assente fino a pochi mesi fa, è adesso al quarto posto di questa classifica.

gartner

Via: 9to5GoogleFonte: Gartner
  • Pensavo peggio… Alla fine ha “rimediato” una perdita di share del 4,4% (con 12 milioni di terminali in meno, che logicamente saranno nella stragrande maggioranza Note 7). Certo, son molti soldini persi, ma cmq nel 2017 potrà tranquillamente rifarsi (se si metterà in testa di fare controlli più approfonditi in fase progettuale e costruttiva).

    Discorso diverso per Apple, che col suo iPhone 7 non sembra stupire, anzi… 1,5 % di share in meno e 3 milioni di terminali in meno fanno capire molte cose (e i rumors sul calo di ordinativi di pezzi ai fornitori sembra confermare il tutto).

    Huawei tira avanti in positivo e Oppo stupisce letteralmente.

    • Menthis

      Scusa eh, parlo da utente Android, ma il tuo ragionamento è: Samsung ha fatto la ca***ta colossale ma ha perso solo lo 4,4%, potrà rifarsi nel 2017.

      Discorso diverso per Apple, ha perso ben l’1,5% e va tutto male!!!!!!!!11

      no perchè è questo che traspare dal tuo discorso. 😉

      • No no piano, non è che “va tutto male”… Ma non va cmq bene.

        • Menthis

          Certo, ho capito cosa intendevi e sono anche d’accordo con te! la mia era solo una precisazione, ad una rapida occhiata il tuo discorso avrebbe potuto fare quell’impressione 🙂

      • Vi

        A me sembra che abbia parlato in italiano, o magari sei tu che non sai comprenderlo? Il punto focale é che ci sono veramente tanti fattori da considerare, e uno da considerare tra questi é che la longevitá di Apple incide anche sulla necessitá di comprare immediatamente un nuovo iPhone subito appena uscito, ma piuttosto mesi-anni dopo.

        • Menthis

          No veramente era Italiano? e io che pensavo fosse una qualche strana iterazione di un dialetto del Nord Europa. Tralasciando le ovvietà e frecciatine (ci sono modi molto più educati per intervenire in una discussione su internet, ti invito a provarne qualcuno 🙂 ) nel suo discorso non si fa riferimento alla duratura dei prodotti Apple e ad altri aspetti da considerare, questione su cui tra l’altro mi trovi in accordo con le tue affermazioni. Si parla solo del fatto che iPhone 7 non ha fatto breccia tra le persone quanto i precedenti modelli e, di conseguenza, ne sono stati acquistati meno.

          • Vi

            Era un modo come un’altro per dire che a mio parere era comprensibile. L’iPhone 7 racchiude in se troppe incertezze (anche da parte del pubblico) che suggeriscono di aspettare una versione S oppure, come me, rimanere a 6s. Il tasto home mi sarebbe piaciuto soltanto se il feedback fosse incentrato sul tasto, invece tutta la parte bassa clicca-vibra. Rende tutto un pochino cheap considerando che é disegnato soltanto sopra. Il jack audio é in parte raggirabile quindi non mi soffermo. Design e fotocamera ottime (unico punto a favore)

    • carlo

      la tua analisi fa acqua da tutte le parti.
      gli analisti aspettano il boom con il prossimo iphone, che non vende meno perchè apple ha commercializzato bombe, ma semplicemente perchè il mercato è saturo, non ci sono mercati nuovi su cui fare i grandi numeri e i telefoni la gente li cambia con molta meno urgenza. ricordati che ci sono 1 miliardo e passa di iphone in uso e un miliardo e mezzo e spiccioli di telefoni android in uso. questo cosa ti dice? sale share diverso da usage share, e che gli iphone hanno una longevità maggiore degli android.
      come ti è stato fatto presente disastri per chi perde l’1,5% futuro roseo e in ascesa per chi ha commercializzato bombe e perso il triplo del marketshare.
      sarà il caso di riconsiderare la situazione e trarre conclusioni diverse?

      • Steve

        meno male che è arrivato il portatore di verità

        • carlo

          la verità è un concetto complesso specialmente quando si hanno come interlocutori persone che non vogliono o non possono accettare i dati e le informazioni che gli vengono messi di fronte.
          ho solo riportato qualche dato oggettivo, qualche informazione verificabile e fatto presente che le conclusioni sono bizzarre visto che si applica una logica bislacca.
          hai altro da aggiungere nel merito alla conversazione oltre a una affermazione idiota?

      • ILCONDOTTIERO

        Ma che stai a dire solo 1,5 miliardi di Android e udite udite oltre 1 miliardo abbondante di iphone ?? Dimmi ma quando mai e dove li hai visti e che flm ti sei visto ultimamente. Secondo te Android 88% del mercato cosa é riferito al livello di simpatia ??

        • carlo

          88% si riferisce al market share, ossia ai terminali venduti in un dato momento non a quelli in uso in un dato momento.

          the verge e google stessa come fonti ti vanno bene?
          the verge afferma che ci siano in uso più di un miliardo di device ios, google ha dichiarato che c’è qualcosa come 1.5 miliardi di device android in uso. generalmente gli analisti stimano che ci siano poco più di 2 miliardi e mezzo di smartphone in uso nel mondo.
          se vuoi, se sei curioso, puoi cercarti e leggerti gli articoli, basta usare google.

          • ILCONDOTTIERO

            The verge é inaffidabile e bugiardo , evidentemente basta guardarsi intorno per capire che the verge spara numeri a caso . Anno scorso venduti sul nuovo ben 1,5 miliardi di Android penso basti questo a mettere a tacere the verge che sono pro Apple e sparano numeri a caso . Ci sono più di 18.000 modelli differenti di Android oggi contro 10 soltanto di Apple ( Rapporto 1800:1 ) ma di cosa stiamo parlando di caramelle ? Ma per favore . Gli Android sono 2,35 miliardi contro i 0,15 di Apple .

          • carlo

            LOL continua a credere alle favole.

          • ILCONDOTTIERO

            Io guardo in faccia la realtà le favole le lascio raccontare a te . Buona Serata 😉 .

  • Bryanzell

    Come 14%? Non è semplicemente 4% dalla tabella?

    • peppeuz

      Il 4% è la variazione rispetto all’intero mercato, ma tra 85 milioni e 71 milioni il calo è del 14%.

      Per calcolarlo, basta eseguire:
      85 : 71 = 100 : x

  • Tiwi

    sicuramente una nota negativa per samsung, tuttavia, bisogna sottolineare, che più che un calo di vendite, queste sono “mancate” vendite..causate dall’assenza della serie note..e anzi, sono anche poche, considerando che l’anno scorso note 5 è stato venduto solo all’estero..
    le vendite di s7 hanno registrato e continuano a registrare grossi numeri..il calo dipende tutto dalla sfortunata assenza di note 7

  • Sergio Toia

    Scusate, da utente Android, ho da fare queste considerazioni :
    Come qlc di voi ha fatto notare, l’aspettativa di vita dei device Apple mi sembra piú lunga di quella di Android….. Chi ha già IPhone 6, e non compra dopo 2 o + anni IPhone 7, non è perché Iphone 7 rappresenti niente di interessante, ma semplicemente perché quel l’utente ( come molti altri) si trova già benissimo col 6…..però a livello di statistiche vendite, quando noi leggiamo che Non ci sono state le tanto attese vendite di Iphone 7 ( qui cito questo device Apple, ma il discorso vale per tutti gli Iphone che si sono susseguiti) …..ai nostri occhi sembra che Apple abbia fatto ” Fiasco “…….ma non è “sempre” cosi. L’abituale utente Apple non cambia facilmente il suo Iphone, se si trova già bene con questo ( a parte il costo di questi, maggiore, rispetto ad un device Android. ) .
    Dire che si sono venduti piú Samsung ( o altra marca Android) che IPhone, lascia il tempo che trova. Samsung rimane comunque 1a come vendite, nelle varie tipologie, rispetto af Apple, 2a, ma un device Samsung ( come altre marche Android) lo si puó acquistare un prezzo modico…. per un Iphone il discorso è diverso…. Vedi il suo abituale prezzo. Quindi è ovvio che Samsung venda di piú di Apple…. ma se facciamo un rapporto di paragone…. 2 a 1 (+- dalla classifica sopra esposta). Apple si equipara a Samsung…… E nonostante i device Apple costino non poco, quest’ultima rimane comunque 2a , davanti agli altri produttori Android.
    Con questo non voglio dire che Samsung fa brutti device ed Apple si….. Ma tutto deve essere visto nella giusta ottica.
    Non condivido molto l’abitudine di cambiare device ogni 1/2 anni…. Non ha senso ( a parte ” l’inquinamento ” che si produce ) ….. Nell’uso quotidiano un device dovrebbero durare almeno 3/4 anni se non di piu….. ed il fatto che il mercato sia saturo non dimostra che la gente non è più interessata ad utilizzare uno smartphone, ma semplicemente che è soddisfatta di quello che ha ( ovvio che se il device ha problemi di funzionamento, dopo vario tempo, il discorso si fa diverso).
    Se la scelta del proprio device da acquistare è stata fatta in modo oculato ed in base a quelle che sono, e che saranno, le reali esigenze di utilizzo….. Non vedo il motivo x cui cambiarlo. Seguire Lla moda di avere sempre l’ultimo modello al posto di quello vecchio ( specie se ancora funzionante) non è nella mia ottica.
    L’ottica giusta è quella di dire…. ” se il nel mio device cominciano i malfunzionamenti vari, allora valuterò la possibilità di acquistare un nuovo modello.
    I produttori di device ( specie Android) sfornamo ogni anno nuovi prodotti per offrire l’ultima tecnologia all’utente…… nella speranza di fare nuovi fatturati ed incrementare le vendite…… Ma la gente non è che puó cambiare device appena ne esce uno nuovo.
    Se fa giá un profiquo uso di ció che ha, è già una vittoria per se ed ” Orgoglio ” per la Casa Madre.
    Le soluzioni Hardware innovative devono andare di pari passo con l’innovazione software ( in senso ampio del termine).
    Apple, da quanto ho visto ha piú puntato su quest’ultima negli ultimi anni……. Samsung invece sulla prima.
    Qui è anche una questione di scelte.
    Non c’è una Casa migliore delle altre, spetta a Noi utenti, in base alle nostre necessità saper scegliere il Device giusto per ció dobbiamo fare.
    La rivoluzione sta nel modo di utilizzare il proprio device…. Se lo cambiamo ogni anno…. Non ci sarà mai nessun device adatto a noi.
    Diciamo che non è ” educativo ” cambiare device sempre.
    Quante Case ci domandano, anche a livello di Indagine statistica, se col Loro determinato device ci troviamo , o ci siamo trovati, bene. ?
    In conclusione….. Tutti i device possono andare bene, nessuno è meglio dell’altro….. Spetta a noi decretare la ” Vittoria ” in base al nostro utilizzo che ne abbiamo fatto e/o che stiamo ancora facendo.
    Le classifiche d’indagine di vendita vanno bene per farsi un’idea globale del mercato.