Il registro delle opposizioni si potrà estendere a tutti i numeri fissi e mobili?

Giuseppe Tripodi -

Probabilmente la maggior parte di voi conoscerà già il registro delle opposizioni, ossia un elenco pubblico al quale è possibile iscriversi per non ricevere più chiamate promozionali da parte di operatori ed enti vari.

Tuttavia, i limiti attuali di questo registro sono l’impossibilità di iscrivere il proprio numero se si è registrati negli elenchi telefonici pubblici e l’esclusione dei numeri di cellulare. Ma non è detto che la situazione rimarrà così per il futuro, anzi; a tal proposito, il Presidente dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, Angelo Marcello Cardani, ha affermato quanto segue:

L’estensione del registro delle opposizioni a tutte le numerazioni mobili e fisse, siano esse incluse o meno in elenchi pubblici, potrebbe costituire un volano per aumentarne l’efficacia, finora non sufficiente a tutelare effettivamente gli utenti dalle telefonate indesiderate.

LEGGI ANCHE: Free Mobile preoccupa TIM e Vodafone: in arrivo nuovi MVNO per contrastarla?

Attualmente non ci sono piani concreti, ma solo l’intenzione di modificare il registro ed estenderlo ad altre tipologie di contatti, tra cui indirizzi postali ed email. Infine, Cardani ha anche ipotizzato un portale centralizzato attraverso il quale gli utenti potranno verificare e gestire tutti i consensi rilasciati.

Via: Mondo3
  • Elektrosphere

    Sarebbe un’ottima cosa

    • Pol Pastrello

      Si ottima solamente se lo eliminassero e licenziassero in tronco tutte quelle sanguisughe inutili … non è mai servito a nulla e mai servirà …
      Con questa trovata cercano solo di aumentarsi lo stipendio o il numero di amici e parenti che possono imboscare in questo “carrozzone” inutile …

  • TheJedi

    Io a suo tempo ho fatto la richiesta di rimozione dall’elenco e l’iscrizione a questa lista, morale della favola chiamavano tutti i giorni uguale, soluzione: approfittato della modifica di contratto per rescindere a 0 e richiesto nuova linea con lo stesso gestore che avevo prima e fibra. Risultato: non so se smetterò di essere chiamato, ma avrò internet più veloce pagando il primo anno 10€ al mese in meno e 7 dal successivo.

  • Emilio Groppetti

    iscritto dal primo giorno: secondo me l’unica cosa che funziona è il pagamento degli stipendi ai dipendenti del suddetto registro.

    • Pol Pastrello

      Condivido!
      Il registro delle opposizione è solo un poltronificio con stipendi da nababbi … così come le varie authority italiane, Grante Privacy in primis. Se segnalate uno dei numeri che contattano nonostante siete iscritti al registro opposizioni non servirà a nulla visto che vogliono gli estremi di chi vi ha chiamato, non solo il numero e l’ora esatta, ma anche la ditta che ha effettuato la chiamata che è diversa da quella che pubblicizzano loro. Non vi daranno mai le reali generalità del call-center … quindi fatta la legge fatto l’inganno … noi cittadini paghiamo e questi gozzovigliano …

      • RiccardoC

        comincio a pensarla così anche io, di fatto ha funzionato un po’ per i primi mesi, poi è diventato far west

  • Andrea Mazzarello

    Servisse a qualcosa questo registro…a me bombardano di chiamate nonostante il mio numero sia iscritto da anni a questo registro.

    • RiccardoC

      idem, poi sono spettacolari quelli che mi dicono “no, ma questa non è una proposta commerciale, per quella passerà un nostro addetto”!

  • RiccardoC

    “l’impossibilità di iscrivere il proprio numero se si è registrati negli elenchi telefonici pubblici “.
    Smontiamo qualche leggenda metropolitana:
    – io sono iscritto al registro suddetto dal day one, ed al day one non c’era questa limitazione
    – il fatto che uno sia iscritto ad un elenco pubblico non comporta automaticamente la disponibilità a ricevere telefonate commerciali; tale disponibilità deve essere comunicata esplicitamente ed ho verificato che il mio numero non è registrato come disponibile
    – i call center se ne infischiano altamente; l’ultima volta che ho fatto notare che ero iscritto mi hanno risposto “ah si vede che gli elenchi non sono aggiornati”. Aggiornati da quando? Dal 1992, dato che, come ho scritto sopra, sono iscritto “da sempre”

    Insomma tanto vale abolire questo inutile carrozzone e tornare al classico telefono sbattuto in faccia, eventualmente preceduto da qualche improperio (anche se l’operatore in genere non è colpevole della cosa, anzi più vittima)

    • Tizio

      Funziona che tale registro non è di pubblico dominio. I call center prima di effettuare una chiamata ad un determinato numero dovrebbero (condizionale!!) fare una visura in questo registro (pagando l’ente!!) e verificare se il numero che si sta chiamando è effettivamente presente tra quelli iscritti. Viene da sè che, complice il costo della visure e l’iter per la verifica, è molto più facile (ma truffaldino), chiamare a casaccio mille numeri e buttare giù il telefono alla prima protesta del cliente.

      • RiccardoC

        appunto, uno spreco di soldi, tanto vale abolirlo

  • blackjackit

    Installate Tellows sui vostri telefoni e vi farete di quelle ghignate leggendo i commenti delle valutazioni (appare un numero da 1 a 10, solitamente quelli sopra al 7 sono dei gran rompipalle/truffe legalizzate/finti enel ecc ecc) ed eviterete di rispondere..oppure risponderete solo per seguire i seguenti step:
    1) non lasciarli parlare
    2) chiedere la rimozione del vs numero ai sensi di legge dalle loro liste e da tutte le liste annesse a loro (e mi raccomando, registrate la chiamata…….)
    3) proporre a loro le vostre eventuali offerte, sempre senza lasciarli parlare e poi chiudere
    a voi la scelta..

  • Koalito

    Per smartphone basta installare TrueCaller. Per telefonia fissa ho risolto in maniera definitiva comprando su Amazon il CPR CallBlocker 2.

  • Mario I/O

    Amen.

  • ILCONDOTTIERO

    La miglior garanzia siamo noi stessi e purtroppo dobbiamo premunirci anche di software automatici di blocco delle chiamate . Non siamo semplicemente tutelati , il registro mettiamola cosi é un palliativo che concretamente non può anteporsi alla privacy che nessuno ha .