Anker QuickCharge 3.0 da auto, la prova (foto)

Emanuele Cisotti -

Dopo aver avuto modo di testare il QuickCharge 3.0 da parete, abbiamo potuto provare anche quello da auto. Andiamo al sodo: se molti adesso puntano ad avere caricatori con più porte, Anker per questi prodotti ha incluso una sola porta, a fronte però del supporto (al momento quasi un miraggio nel parco di questi prodotti) al QuickCharge 3.0 di Qualcomm.

Questa tecnologia al momento non è ancora implementata in alcun telefono, ma acquistare questo accessorio Anker vi darà la possibilità di essere pronto a qualsiasi sarà il vostro dispositivo (in particolar modo se puntata ai top di gamma). Il caricatore da auto di Anker garantisce anche la retrocompatibilità con gli standard Quick Charge 2.0 e 1.0, considerazione non scontata (visto che da solo l’essere QC 3.0 non garantisce la retrocompatibilità). Noi lo abbiamo provato per un paio di settimane con Samsung Galaxy S6 e LG V10 senza alcun problema: in entrambi i casi la ricarica viene riconosciuta come rapida all’istante.

Il piccolo dispositivo ha il vantaggio di essere estremamente compatto, di non impattare visivamente e di non disturbare (se per esempio la porta accendisigari fosse vicina al cambio o ad altre manopole o bottoni). Sopra è presente un piccolo led che indica lo stato di carica. Apprezzato il fatto che il led sia tenute: quelli troppo accessi possono essere fastidiosi di notte alla guida. Potete acquistarlo su Amazon.it a 13,99€.