7.0

Snapchat Spectacles, la recensione (foto e video)

Emanuele Cisotti




Recensione Snapchat Spectacles

Gli Spectacles sono l’essenza più pura del gadget geek inutile. All’interno di questa loro inutilità è compresa però anche l’evoluzione della comunicazione, che ormai avviene in moltissimi contesti più sui social network che in qualsiasi altra forma. Tutto è nato condividendo foto dei piatti su Facebook e poi è diventato il frenetico condividere qualsiasi cosa su Snapchat o su uno dei suoi vari cloni (qualcuno ha detto Instagram?).

Ed è così che in tantissimi, perlopiù molto giovani ma non solo, estraggono lo smartphone dalla tasca in continuazione per immortalare tutto quello che avviene attorno a loro per regalare al proprio pubblico uno sguardo nella propria vita, ma solo per un periodo di tempo limitato. Gli Spectacles di Snapchat servono a registrare un numero di contenuti ancora maggiore e in modo più discreto di quanto non si faccia con lo smartphone, oggetto che interrompe le chiacchierate, che mette in soggezione e che necessita di un minimo di attenzione.

Questa filosofia la avevamo già vista con i Google Glass: quando li avevamo provati nella nostra rubrica era emerso come avere un dispositivo del genere per fare foto e video fosse un modo assolutamente meno impattante sulle persone davanti a noi, pur sempre informandole di essere riprese. Gli Spectacles risolvono questo punto con una serie di led circolari che ruotando informano della registrazione del video. Il video viene registrato alla pressione del tasto sopra la parte sinistra degli occhiali, mentre simmetricamente alla parte dove sono presenti i led di segnalazione troviamo la telecamera, leggermente inclinata per riprendere esattamente al centro della nostra visuale.

Gli occhiali sono comodi e solo solo appena più pesanti di un paio di occhiali da sole normali. Hanno una memoria interna ed una batteria: potrete salvare circa 200 clip da 10 secondi, mentre la batteria può arrivare a circa 10 minuti di video totali, quindi circa 60 clip. La custodia rigida è anche un powerbank che servirà a darvi varie ricariche complete dei vostri occhiali: abbastanza per un fine settimana fuori porta. Nella confezione è incluso un cavo magnetico per la ricarica: potrete ricaricare direttamente gli occhiali oppure la custodia-powerbank.

L’applicazione per da utilizzare è ovviamente Snapchat: la prima configurazione è semplice anche se quando li abbiamo configurati noi (a dicembre 2016) era necessario utilizzare una VPN negli USA, ora sembra che questo non sia può necessario. Da questo momento non dovrete fare altro che aprire l’applicazione di Snapchat e trovare le clip dei vostri occhiali al suo interno, raccolte per giornate. I filmati vengono scaricati sul telefono prima in bassa definizione via Bluetooth e successivamente in HD tramite Wi-Fi direct. La risoluzione è di 1080 x 1080 pixel e la fluidità è eccellente essendo di 60 fps.

La qualità dei video è poi molto buona, con un buon calcolo dell’esposizione e video di qualità sopra le aspettative con buona luce. Poco si può fare con la poca luce, ma riuscirete comunque a far percepire quello che sta accadendo anche all’interno di un buio locale. Dall’applicazione potrete inviare subito i vostri snap ad amici o pubblicamente, oppure esportarli in un file video. In questo caso con un gran numero di video registrati le cose diventano più lente visto che i video una volta trasferiti sul telefono vengono immediatamente archiviati sul cloud da dove dovranno essere riscaricati. Scorrere fra i video registrati di una giornata può essere un’esperienza frustrante: meglio esportare l’intero video della giornata, ma ci vorrà un po’ di pazienza.

I video degli Spectacles hanno poi una particolarità, essendo circolari mostrano l’immagine in verticale o orizzontale in modo del tutto indifferente, potendo ruotare in modo fluido l’immagine: l’effetto è una droga. Non sarà possibile ovviamente riprodurre questo effetto altrove. Questo, e quanto detto prima, fa sì che questi occhiali siano interessanti solo per due tipologie di persone: gli assidui utilizzatori di Snapchat e chi ha in mente di utilizzarli in contesti precisi come feste o eventi.

Gli Spectacles si possono acquistare sono negli USA ad un prezzo di 129,99$.

Foto

Video: addio al celibato

Giudizio Finale

Snapchat Spectacles

7.0

Snapchat Spectacles

Gli Spectacles di Snapchat non sono per tutti. Anzi. Sono solo per i veri amanti del social network del fantasmino e per chi ha già in mente un qualche utilizzo creativo. Per tutti gli altri lasciate perdere, anche perché sono disponibili sono negli USA.

Pro
  • Funzionamento semplicissimo
  • Geniale il sistema sferico di registrazione
  • Semplice condivisione con Snapchat
  • Comoda la custodia powerbank
Contro
  • Esportare le clip per altri social è macchinoso
  • Il design non è per tutti
  • Solo negli USA
  • dataghoul

    Complimenti Emanuele, tra tutti quelli che li hanno recensiti sul web, sei stato l’unico a darne una definizione a mio avviso perfettamente calzante: “l’essenza più pura del gadget geek inutile”.
    🙂