8.5

ShoulderPod R2, il supporto mobile perfetto per gli youtuber

Emanuele Cisotti




Recensione ShoulderPod R2

Sempre più la registrazione di video e foto dal proprio smartphone sta sostituendo quello che un tempo erano le fotocamere e le videocamere compatte. Questo vale per l’utilizzo nella vita privata come anche in quella lavorativa e anche noi in prima persona abbiamo portato avanti molti esperimenti di registrazione video e foto solo da smartphone. Proprio in quest’ottica abbiamo voluto cercare qualcosa che ci aiutasse nel nostro lavoro.

Certo, l’utilizzo di un gimbal stabilizzato (come potrebbe essere il DJI Osmo Mobile) potrebbe essere una buona soluzione ma incappiamo subito in un paio di problematiche, come l’impossibilità di collegare al telefono altri accessori (come faretti o microfoni esterni) e al fatto che non è pensato i generale per situazioni più complesse in cui una soluzione modulare potrebbe tornare sicuramente più utile. Altro deterrente importante potrebbe sicuramente essere il prezzo.

È per questo che ci siamo avvicinati con molto interesse ai prodotti ShoulderPod e nel caso di questa prova al modello intermedio: ShoulderPod R2. Chiariamo subito un punto: i prodotti dell’azienda sono modulari e con il crescere della complessità tutti possono esstre ampliati o fatti diventare il prodotto della fascia superiore. Nel nostro modello abbiamo a disposizione il manico in legno, il Grip per il telefono, un supporto per dispositivi a slitta, una piastra a due posti e due pomelli (ovvero delle “grosse viti” per stringere dall’altra parte della piastra i vari supporti).

La configurazione standard è quella di avere impilati il manico, un pomello, la piastra ed il Grip per lo smartphone. Dall’altra parte della piastra abbiamo invece il supporto a slitta e un altro pomello per bloccarla. Niente vi vieterà però di sostituire questo componente (o anche il Grip) con un qualsiasi altro supporto a vite, come per esempio un gimbal per action cam o il supporto ufficiale GoPro. Ma potete pensare in grande: nella slitta potete inserire un faretto od un microfono, oppure entrambi sostituendo la piastra con una a tre fori. Potete anche capovolgere il faretto/microfono, oppure associare un secondo Grip o un secondo manico per maggiore stabilità.

Vogliamo spendere due parole poi l’ottimo Grip per smartphone capace di reggere senza problemi dispositivi fino a 6 pollici e anche oltre (e senza problemi S8+) e con un ingegnoso sistema a vite, che vi richiederà qualche secondo per agganciare il telefono ma poi garantirà ottima stabilità. Molto bene anche la qualità dei materiali: metallo e legno per i vari componenti e metallo e plastica per il Grip.

Il prezzo di “ingresso” non è popolare. La nostra configurazione ShoulderPod R2 costa 79,99€ sul sito ufficiale e anche di più su Amazon. Il prezzo è comunque perfettamente rapportato alla qualità dei componenti e quindi (si presuppone) anche alla loro lunga durata. Sempre sul sito trovate altre configurazioni possibili e i vari accessori da acqusitare separatamente.

Giudizio Finale

ShoulderPod R2

8.5

ShoulderPod R2

ShoulderPod R2 vi stupirà per la sua eccellente qualità costruttiva e per la sua modularità e si farà quindi perdonare per il prezzo un po' alto.

di Emanuele Cisotti
Pro
  • Ottima qualità costruttiva
  • Modularità
  • Ottimo supporto Grip
Contro
  • Prezzo alto
  • La piastra da due poteva essere più larga