8.5

Fitbit Versa, la recensione (foto e video)

Emanuele Cisotti -




Recensione Fitbit Versa

Fitbit è sicuramente il brand più famoso per quanto riguarda gli indossabili pensati per il fitness. Ha destato quindi molta attenzione il lancio sul mercato del nuovo Versa, il secondo smartwatch dell’azienda e il primo in cui il lavoro dell’ex team di Pebble si inizia a vedere.

LEGGI ANCHE: Recensioni Fitbit

7.5

Confezione

All’interno della confezione di Versa troverete l’orologio, un cinturino in gomma in misura small ed uno in misura large. Oltre a questo troviamo la base di ricarica. Rispetto al sistema a pinza di altri modelli dell’azienda questo è un ibrido che integra ancora un sistema di aggancio a pinza ma fa poggiare l’orologio su di una più comoda base.

8.5

Costruzione e vestibilità

Fitbit Versa è uno degli smartwatch più comodi in assoluto da tenere al polso. Questo perché è molto leggero (solo 38 grammi) e molto sottile (11 millimetri). È realizzato comunque in metallo e con entrambi i cinturini che abbiamo provato (plastica e metallo) ci siamo trovati benissimo. I tasti fisici si premono bene ed è sicuramente una cosa gradita che lo smartwatch sia resistente all’acqua fino a 50 metri di profondità. I cinturini sono intercambiabili e il sistema è abbastanza pratico, seppur non istantaneo nel caso vogliate cambiarlo ogni volta che fate sport.

8.0

Hardware

Fitbit Versa è un dispositivo abbastanza completo. È dotato di Wi-Fi (da usare solo per le operazioni più “onerose” in termini di dati), di NFC per i pagamenti e ovviamente non manca il Bluetooth. Mancano invece speaker e microfono, visto che non è possibile interagire con la voce. La più grande mancanza per essere uno sportwatch è sicuramente il GPS. La funzione di Connected GPS di cui si parla è quella relativa all’utilizzo del GPS di uno smartphone connesso all’orologio. Sul retro dell’orologio troviamo un sensore di battito cardiaco molto preciso e un sensore SpO2 per il calcolo dell’ossigeno nel sangue. Al momento questo sensore non è ancora utilizzato, ma Fitbit ci ha fatto sapere che quando lo sarà non restituirà semplicemente un numero difficile da analizzare, ma delle informazioni davvero utili per l’utente finale.  Presente anche l’altimetro e buona la vibrazione.

8.5

Display

Fitbit Versa è dotato di un display da 1,34 pollici con tecnologia IPS e risoluzione di 300 x 300. L’azienda dichiara una luminosità di picco di 1000 nits e quello che possiamo confermare noi è che la visibilità è ottima in ogni condizione e la presenza di un sensore di luminosità fa sì che la regolazione sia sempre ottimale. È possibile risvegliare il display con la rotazione del polso, benché la precisione non sia massima. Rispetto ai display del Pebble (che molti aspettano) questo non è visibile anche a schermo bloccato ma ha il vantaggio di essere touch e di non richiedere quindi una continua interazione con i tasti laterali.

9.0

Software

Fitbit Versa è dotato del nuovo Fitbit OS 2.0 (ora disponibile anche su Ionic) che ha una nuova sezione dedicata al riassunto quotidiano semplicemente trascinando dal basso verso l’alto dalla schermata principale. All’interno troviamo i dati riassuntivi della giornata, molto comodo per sapere se stiamo facendo abbastanza esercizio fisico. Scorrendo invece verso il basso accediamo alla lista delle notifiche. È una lunga lista di notifiche del nostro smartphone e verranno mostrate anche quelle già lette dal telefono. L’interazione al momento è minima, ma possiamo espanderle per leggere il contenuto e a giorni potremo anche rispondere con dei messaggi predefiniti, ma solo per gli utenti di smartphone Android. Scorrendo verso destra invece accederemo alla lista delle applicazioni, dove troviamo le sveglie, il software Coach per programmare gli allenamenti, gli esercizi di respirazione, il meteo, il timer e il portafoglio per i pagamenti tramite NFC. Al momento in Italia è supportata solo Carrefour banca, ma speriamo che la lista possa presto crescere. Nelle impostazioni troviamo la possibilità di regolare, schermo, vibrazione e lettura del battito cardiaco. Comoda l’opzione per disabilitare le notifiche mentre dormiamo, peccato non si possa fare lo stesso per l’accensione con la rotazione del polso. Per la musica potrete fare affidamento a Deezer oppure alla musica locale. Potrete ascoltarla direttamente collegando delle cuffie Bluetooth al Versa. Peccato che non ci siano altre app per la musica, ma pensiamo che alla fine non siano poi così utili, visto che dovrete comunque portarvi appresso lo smartphone se siete interessati al GPS. Sarebbero state già più utili per l’attività fisica al chiuso.

Parlando di attività fisica il software per gli allenamenti può essere avviato anche con una pressione dalla home di uno dei tasti a destra. Tra gli sport troviamo la corsa, la bici, il nuoto, il tapis roulant, i pesi, gli esercizi ad intervalli e l’esercizio libero. Potrete scegliere se attivare la pausa automatica, il GPS condiviso, il giro automatico e anche decidere quali informazioni mostrare sull’orologio durante l’attività. Presente anche il rilevamento automatico dell’attività fisica, senza bisogno di iniziarla noi manualmente. I dati raccolti sembrano essere molto precisi e al termine verrà mostrato un chiaro riepilogo. Anche il sonno viene rilevato in automatico e i dati mostrati sono visibili appena svegli.

L’orologio può raccogliere in autonomia fino a 7 giorni di attività, ma è difficile che lo debba davvero fare visto che la connessione con lo smartphone fa sì che la connessione sia continua e senza problemi, almeno nella nostra prova. Anche la segnalazione delle notifiche è sempre stata puntuale e dall’applicazione potrete decidere quali applicazioni far notificare fra quelle installate. Dall’applicazione potrete trasferire mp3 all’orologio, installare nuove app o nuovi quadranti. Le app veramente utili sono poche, mentre i quadranti sono tantissimi e spesso molto belli. Peccato che sull’orologio ne potrà essere installato solo uno alla volta, impedendovi di cambiare agevolmente quadrante in qualsiasi momento.

Il modo in cui vengono mostrati i dati del fitness è ottimo. Alla prima apertura troverete i dati del giorno, il numero di giorni della settimana in cui avete fatto attività fisica, il sonno dormito, il battito cardiaco a riposo e il promemoria di movimento ogni ora. Manualmente potrete poi inserire anche dati sul peso, sul cibo mangiato e l’acqua bevuta. In questo modo Fitbit potrà darvi un quadro veramente completo del vostro stato di forma. A breve verrà aggiunto anche il tracciamento del ciclo mestruale.

E in tutto ciò non abbiamo neanche parlato dei tab Sfide, Consigli e Comunità che faranno felici chi del fitness e del benessere ne ha fatto una questione importante (giustamente, potremmo dire). Notevole l’attività all’interno del tab Comunità, con persone che condividono consigli e successi relativi al fitness e al benessere.

8.5

Autonomia

La batteria di Fitbit Versa ci ha sorpreso. Nonostante lo spessore molto ridotto all’interno troverete una batteria capace di farvi arrivare a fino 5 giorni di autonomia e quasi sempre 4 con, nella nostra esperienza, 3 sessioni di 20-30 minuti di attività fisica (quindi con battito cardiaco misurato continuamente e connected GPS). La ricarica ha tempi nella media.

7.5

Prezzo

Fitbit Versa viene venduto in Italia a 199€, un prezzo molto competitivo per uno smartwatch. Si tratta sicuramente di una buona mossa da parte di Fitbit che con questo prodotto può davvero competere con la concorrenza.

Acquisto

Fitbit Versa è acquistabile direttamente sul sito ufficiale a 199€. Allo stesso prezzo è disponibile anche su Amazon. Tenete d’occhio il prezzo qui sotto perché si aggiornerà mano a mano che Amazon rilascerà nuove offerte.

Foto

Giudizio Finale

Fitbit Versa

8.5

Fitbit Versa

Fitbit Versa perde il GPS ma perde anche il prezzo di lancio alto dell'Ionic. Si allarga ad un pubblico molto più ampio. Non è magari indicato allo sportivo incallito, quanto piuttosto all'utente che vuole mantenersi in forma ed avere uno stile di vita sano. Le notifiche non saranno completissime ma funzionano bene e l'autonomia di oltre 4 giorni è un plus non da poco.

di Emanuele Cisotti
Pro
  • Ottima autonomia
  • Comodo e sottile
  • Buon display
  • Rilevamento preciso
Contro
  • Niente GPS
  • Musica solo da mp3 o Deezer
  • La risposta alla notifiche sarà solo per Andorid
  • Si può pagare con una sola banca (per ora)
  • Alessandro

    Bella recensione, ho tre domande:
    1. I pagamenti non erano esclusivi del modello più costoso? Entrambi hanno NFC e l’unica differenza è il cinturino?
    2. Rispetto ad un Ticwatch quale mi consigli? Fitness uso base, non pro.
    3. Sai per caso dirmi la temperatura d’esercizio?

    Grazie per le eventuali risposte e scusa per la lista della spesa, è per essere più chiaro. 😎

    • 1) Io ho la versione base e ho l’NFC. Credo che quello che dici te sia solo negli USA.
      2) Se ti interessa più la parte salute e fitness questo, se ti interessa più la parte smart l’altro
      3) No, ma non mi ha mai dato neanche l’impressione di essere tiepido.

      • Alessandro

        1. Ho visto un sacco di recensioni straniere e forse avrò fatto confusione. Meglio così.
        2. La parte smart mi interessa, ma non ho mai fatto niente che andasse oltre la semplice lettura delle notifiche. Inoltre mi sembra ottima l’applicazione.
        3. Mi riferivo le temperature a cui può essere usato, principalmente mi interesserebbe usarlo in montagna. Online non sono riuscito a trovare nulla.

        Grazie mille le risposte!

    • Matty Gnani

      Tic watch lascia perdere.batteria pessima

      • Alessandro

        Quello sicuramente è il tallone da killer. Sono orientato su Fitbit infatti, aspetto gli ultimi pareri e magari qualche offerta e procedo all’acquisto

  • Giuseppe Nicita

    Se non è allways on non lo cambio con il mio pebble time… per ora..

    • Matty Gnani

      Funziona ancora bene?hai IOS o Android?

      • Giuseppe Nicita

        Una seta, notifiche perfette, batteria 7g pieni, allways on.. lo uso il 90% per questo.. sono pentito di non averne preso un altro su amazon quando costavano 59€… resta da capire a giugno quando staccheranno i server cosa succederà..

  • LilloDettoMarcoSangiorgi

    Interessante, ma per costare 4 volte l’amazfit bip ci potevano almeno mettere il GPS… Rimango col mio quasi perfetto BIP 😀

  • Bigio

    per correttezza mi sembra giusto precisare che anche Ionic è stato aggiornato allo stesso sistema operativo di Versa e offre le stesse funzioni con l’aggiunta del gps e un’autonomia maggiore. Alla fine si distingue per l’estetica e ora che si trova a 230 € mi sembra giusto menzionarlo, capisco che Fitbit spinga a recensire e lodare il nuovo modello ma informare meglio gli utenti no?

    • Non lo sapevamo perché non abbiamo Ionic, a noi era stato detto entro fine anno, quindi non avevamo questa informazione 😉
      Capisco che si debba sempre trovare del marcio in tutto, ma spesso la spiegazione è più semplice di quanto si pensi 😉

      • Bigio

        ne avete dato notizia il 17 marzo sull’aggiornamento a ionic, mettetevi d’accordo fra redattori

        • Non capisco questo astio verso questa svista, che tra l’altro riguarda un altro prodotto 🙂
          Buona giornata!

          • Bigio

            Non c’è nessun astio ci mancherebbe, leggo sempre con piacere i vostri articoli. Mi sono limitato, seppure con un pizzico di polemica, a segnalare un errore che di fatto non informa nel modo corretto chi è interessato all’acquisto di uno smartwatch dell’ecosistema Fitbit. Il fatto poi che ne avete dato notizia un paio di mesi fa dimostra che forse avreste dovuto essere più attenti nel redigere la recensione, tutto qui. Per la cronaca oggi lo Ionic come credo anche il Versa è stato aggiornato a OS 2.1 con la possibilità di rispondere alle notifiche e varie migliorie. Buona giornata e buon lavoro.

    • J.H. Bolivar Pacheco

      Beh dai , non tutti possono sapere tutto.
      Era meglio se notificavi la notizia di modo che la redazione potesse informarsi e divulgarla, ma disprezzare così la conoscenza altrui è brutto.

  • Roberto Scuto

    @cis@ciso:disqus secondo me andrebbe anche detto che non è molto funzionale per gli utenti che praticano crossfit o comunque esercizio libero in generale perchè i due tasti laterali, inutili a parer mio, tendono ad essere ripetutamente schiacciati con il polso durante piegamenti o altro… se si avvia nel frattempo un cronometro succede un disastro perchè, il tempo, si bloccherà e si riavvierà in autonomia e non si avrà mai una tempistica precisa. Mi rivolgo a te per sapere se anche tu avevi riscontrato questa problematica.

    • No, non mi è mai successo, neanche una volta. Forse ho il polso piccolo? Anche provando volontariamente non sono riuscito a schiacciarli per errore.

  • Roberto Scuto

    per quanto riguarda il discorso della sincronizzazione a te ha funzionato perchè il pixel è “compatibile” con il fitbit versa… io con il mio Huawei Mate 10 Pro non riesco a sincronizzare tramite la app per android perchè, “non compatibile” (Assurdo)… ho dovuto aggirare il problema sincronizzando il versa tramite la app per Windows 10.

    • trucido

      Ovviamente avrai fatto tutte le operazioni necessarie per sincronizzare..anche fare prima il paring col bluetooth..io ho preso da poco lo ionic all inizio i soliti problemi di sincronizzazione, ma poi spegnendo lo smartwatch Android wear e andato tutto bene.
      Io ho un s8

      • Roberto Scuto

        Certo, tutte le prove fatte… Alla fine anche fotbitmi ha confermato il problema di compatibilità con un top gamma… Assirdo… Cmq, proprio durante la sincronizzazione il tracker o si blocca o si riavvia… sono riuscitp, Cmqe non credevo funzionasse proprio da windoWi, al momento ho “risolto” così… Cmq il fitbit non ha wear os

        • trucido

          Forse ho scritto male io intendevo che collegato a s8 ho anche un Android wear che mi bloccava la sincronizzazione del fitbit così ho tolto Android wear e solo dopo aggiornamento di fitbit ho rimesso tutto come prima e pare che funzioni tutto..Si comunque scandaloso che fitbit faccia un software del genere, hai perfettamente ragione

      • Roberto Scuto

        Ah scusa, allora non avevo capito bene io… Cmq si, tra laltrol tu non avresti neanche dover avuto questi problemi perché il tuo e uno dei telefoni supportati… Ma cmq, aspetteroche lo aggiungano nella lista dei device supportati.

  • stefano

    posso dire che è veramente di cattivo gusto dire “non ho avuto tempo”

    non vedo perchè ci si debba giustificare, e quando lo si fa si finisce per fare solo danno.
    Di fatto questo è un lavoro e non aver avuto tempo non è mai una ragione accettabile per i ritardi

    • Mi sembrava corretto raccontare ai lettori che l’orologio era in nostro possesso da tempo. Non ho avuto tempo non vuol dire che avevamo da pettinare le bambole, ma solo che il lavoro era molto e questo ha causato alcuni ritardi.
      Rispetto il tuo parere, ma non capisco proprio il senso del “cattivo gusto”.

      • stefano

        dire ad un “cliente” non ho avuto tempo è sempre sbagliato, e la risposta da parte sua sarà sempre la stessa: organizzati meglio.
        e questo perchè si da l’idea che la cosa che si sta facendo è meno importante delle altre.
        tu qui non hai vere e proprie scadenze quindi non credo che serve giustificarsi

        il mio più che un parere è un consiglio

        • A molti piace seguire il nostro lavoro e sapere cosa facciamo. È più per coinvolgere il pubblico.