7.7

Auricolari Xiaomi USB-C con cancellazione del rumore, la recensione (foto)

Giuseppe Tripodi




Recensione Auricolari Xiaomi con USB-C e ANC

Sempre più aziende stanno rimuovendo il jack audio dai propri smartphone, ma al contempo non si può dire che abbondino gli auricolari con USB-C. Ma Xiaomi, che ha sempre riscosso un buon successo sul fronte cuffie, ha recentemente lanciato il suo primo modello di auricolari con connettore USB Type-C e cancellazione del rumore: scoprite tutto quel che c’è da sapere con la nostra recensione.

9.0

Confezione

Ancora una volta, Xiaomi non delude sul fronte della confezione: il packaging riprende quello già visto in alcuni modelli precedenti (come le Hybrid Pro), con all’interno una piccola scatola in plastica che ospita l’alloggio gommato in cui si trovano le cuffie e, sotto, i gommini aggiuntivi in tre dimensioni (XS, S e L), che vanno a sommarsi a quelli già applicati di default.

Inoltre, all’interno della confezione troviamo anche un sacchetto in tessuto, in cui conservare le cuffie quando non vengono utilizzate, e due paia di cosiddette Ear Secure:  si tratta di una sorta di anelli in gomma con una sporgenza, che si applicano lungo il diametro dell’auricolare per migliorare la stabilità della cuffia. Ovviamente, gli auricolari reggono bene anche senza, ma gli Ear Secure saranno molto apprezzati nei casi in cui un po’ di fa comodo un po’ di resistenza in più, ad esempio durante gli allenamenti.

7.5

Costruzione e Comodità

Parlando di queste cuffie, la prima cosa che salta all’occhio è il colore: interamente nero, dal connettore fino ai due auricolari. Si tratta di una scelta insolita per Xiaomi, che era solita viziare i suoi utenti con telecomandi e casse acustiche in metallo. Al contrario, in questo il telecomando è in plastica, mentre la struttura che ospita gli auricolari è in lega di titanio.

Per quel che riguarda il telecomando, oltre i canonici tre tasti (regolazione volume e Play/Pausa) troviamo uno switch per attivare o disattivare il modulo ANC (Active Noise Cancelling), ossia la cancellazione del rumore, con un LED blu poco più alto che indica se questa è accesa o meno.

La lunghezza totale è di 1,25 metri e la parte iniziale del cavo, quella che va dal connettore al telecomando, è rivestita in tessuto. Una scelta che abbiamo apprezzato molto è la posizione del microfono: quest’ultimo, infatti, non si trova incorporato nel telecomando (come spesso avviene), ma a metà del cavo che collega il telecomando all’auricolare destro. In questo modo, il microfono si trova sempre all’altezza della bocca (più o meno), il che permette di farsi sentire chiaramente durante le conversazioni.

Inoltre, anche questa volta Xiaomi ha potuto contare sulla collaborazione di Luca Bignardi, ingegnere del suono vincitore di diversi Grammy Awards, che ha curato l’ottimizzazione audio e di cui trapela la “firma” anche solo alla vista, con l’oramai iconica inclinazione degli auricolari a 45°, che ne migliora l’indossabilità.

Dulcis in fundo, come già accennato, nella confezione di vendita troviamo due paia di Ear Secure: precisiamo che non è scontato che vogliate utilizzarli, poiché rendono le cuffie più ingombranti e – sotto un certo punto di vista – anche più scomode, ma permettono di ancorare meglio gli auricolari al padiglione e garantiscono una notevole stabilità, che verrà apprezzata soprattutto da chi fa sport.

8.0

Qualità

Prima di parlare di come suonano queste cuffie, facciamo una precisazione: non pensate che avere un connettore USB-C basti per utilizzare questi auricolari. Infatti, non è affatto scontato che tutti i dispositivi con USB-C supportino adeguatamente queste cuffie. A tal proposito, Xiaomi mette subito le cose in chiaro e dichiara compatibilità ufficiale solo con Xiaomi 5 / 5S / 5S Plus / 6 / MIX / Note 2. Non sono supportati Xiaomi 5C o Redmi Pro e con 4C e 4S funzionano la riproduzione musicale e la cancellazione del rumore, ma non è possibile utilizzare i controlli multimediali e le cuffie non possono essere utilizzate per le chiamate.

A tal proposito, vi avvisiamo subito che sulla maggior parte dei dispositivi dotati di USB-C e jack audio, le cuffie si comportano esattamente come su 4C e 4S: potete utilizzarle per ascoltare la musica, funziona la cancellazione del rumore e la regolazione del volume, ma non è possibile cambiare traccia con un doppio clic sul tasto Play (né tanto meno richiamare l’assistente vocale tenendo premuto) e non sono utilizzabili per le chiamate. Questo avviene, ad esempio, su Galaxy S8/S8 Plus e OnePlus 5.

Per quel che riguarda gli smartphone con sola USB-C, su  HTC U11 Life e Pixel 2 XL funzionano anche i controlli multimediali, ma non l’audio in chiamata. Infine, tenete presente che queste cuffie non funzionano su Macbook Pro, mentre per i computer Windows il comportamento è variabile (ad esempio, non vanno su Dell XPS 15 ma funzionano su Alienware 13 R3).

Fatte le dovute premesse, passiamo alle specifiche tecniche di questi auricolari in-ear:

  • Impedenza: 32 Ohm
  • Risposta in frequenza: 20 – 40.000 Hz
  • SPL: 113 db
  • Potenza: 5 mW

Inoltre, anche in questo caso troviamo la presenza di due driver, uno per la riproduzione dei bassi e l’altro per frequenze medie e alte.

La valutazione complessiva di queste cuffie è davvero molto buona, il suono è molto bilanciato e i bassi ci hanno colpito particolarmente: sono potenti e incalzanti, senza però arrivare a coprire gli altri suoni. Inoltre, gli alti sono più moderati rispetto alle Hybrid Pro (cuffie che utilizzo quotidianamente), e questo è bene: sembra davvero che Xiaomi abbia preso tutto quel che di buono aveva realizzato nel precedente modello correggendo le piccole sbavature presenti, ottenendo un suono davvero equilibrato ma con personalità.

Per quel che riguarda la cancellazione del rumore, invece, nutriamo qualche dubbio in più: fa il suo dovere, ma non eccelle come su altri modelli che abbiamo testato in passato. Non fraintendeteci: funziona abbastanza bene quando si tratta di coprire rumori continui ma, ad esempio, non fa la differenza in un ufficio o in biblioteca, dove attenua solo leggermente i rumori circostanti. A tal proposito, ricordiamo che l’ANC viene alimentato dalla batteria del telefono, quindi se tenete la cancellazione del rumore attiva, il vostro smartphone potrebbe risentirne in autonomia.

7.0

Prezzo

Rispetto ai modelli del passato, il costo di listino di queste cuffie Xiaomi cresce di circa una decina di euro: attualmente le potete acquistare su Gearbest a circa 39€. Si tratta di un prezzo interessante, ma che non risulta poi così competitivo come in passato: insomma, se i precedenti auricolari vincevano sui rivali per indiscutibile rapporto qualità/prezzo, questi puntano più che altro all’assenza di competitor.

Foto

Giudizio Finale

Auricolari Xiaomi con USB-C e ANC

7.7

Auricolari Xiaomi con USB-C e ANC

Ancora una volta, Xiaomi ha realizzato degli ottimi auricolari, con cancellazione del rumore e un suono equilibrato e potente nonostante il prezzo (relativamente) contenuto. Peccato solo che questi auricolari funzionino completamente solo con alcuni dispositivi Xiaomi e non basta avere un USB-C per esser certi che sarà possibile utilizzarli anche per telefonare.

di Giuseppe Tripodi
Pro
  • Ottima qualità audio in rapporto al prezzo
  • Confezione molto ricca
  • C'è la cancellazione del rumore ma...
Contro
  • Pochi dispositivi con USB-C completamente compatibili
  • ... la cancellazione del rumore è migliorabile