Il codice Morse arriva su Gboard, per permettere a tutti di digitare (video)

Giuseppe Tripodi

Tra le novità presentate ieri al Google I/O, c’è anche un nuovo sistema di input per Gboard: il codice Morse. Questo particolare sistema di digitazione, basato su due simboli (punto e lina) è stato implementato con l’obiettivo di facilitare la comunicazione, permettendo a tutti di digitare.

L’integrazione del codice Morse su Gboard è stata realizzata insieme alla sviluppatrice Tania Finlayson: nata con una paralisi cerebrale che le impedisce di parlare e di muovere buona parte del corpo, insieme a suo marito e ai figli Tania aveva realizzato il TandemMaster, un dispositivo USB che si collega a qualsiasi computer e permette di digitare tramite codice Morse.

LEGGI ANCHE: Android P: tutte le novità annunciate al Google I/O 2018

Negli ultimi mesi Tania ha lavorato con Google per migliorare questo sistema di input, che su Gboard è ovviamente potenziato dall’intelligenza artificiale (che fornisce suggerimenti sulle parole da inserire). L’input tramite codice Morse è già disponibile nella beta Android di Gboard, ma solo su dispositivi con lingua inglese (vi rimandiamo alla guida di Google per sapere come provarlo).

Infine, vi suggeriamo di dare un’occhiata agli Experiments relativi al progetto (anche solo per guardare il bellissimo poster per imparare il Morse!) e, ovviamente,d i guardare il video in cui Tania racconta la collaborazione con Google.