Il reboot di Vine non decolla: progetto rimandato a tempo indeterminato

Edoardo Carlo Ceretti Insormontabili ostacoli finanziari e legali stanno minando, forse definitivamente, il futuro del progetto v2.

Si profilano tempi grami per v2, il progetto di rinascita di Vine, annunciato qualche mese fa da Dom Hofmann, co-fondatore di quella piattaforma basata sulla condivisione di video di non più di 6 secondi, che ha furoreggiato qualche anno fa – dando vita ad alcuni capolavori virali ancora oggi in auge – ma che ha chiuso i battenti ad inizio 2017, per volere del suo proprietario Twitter.

Verso la metà dello scorso dicembre, Dom aveva infatti mandato in visibilio i nostalgici fan di Vine, annunciando di essere al lavoro su una nuova piattaforma che ne facesse rivivere pienamente l’essenza originale. Tuttavia, il creatore non aveva probabilmente fatto i conti con le enormi difficoltà di natura finanziaria e legale che si è trovato a fronteggiare in questi mesi, facendogli rendere conto di non essere in grado di superarle con le proprie forze.

LEGGI ANCHE: Ancora truffe su WhatsApp, fate attenzione!

A causa di ciò, Dom si è visto costretto a rimandare a tempo indeterminato il progetto, ammettendo che i tempi si potrebbero allungare di molto. O meglio, aggiungiamo noi, v2 potrebbe finire per non vedere mai la luce, schiacciato dalle dinamiche di un settore troppo competitivo per lasciare spazio ai progetti di nicchia, guidati soprattutto dai sentimenti. L’augurio di tutti è che una soluzione possa saltare fuori, ma non contiamoci troppo.

Via: c|net