Il numero di SIM attive cresce in tutta Europa, ma solo grazie ai dispositivi IoT

Vezio Ceniccola

Lo avevamo già intuito guardando i dati del mercato italiano, ulteriormente confermati dal nuovo report di GlobalData sulla situazione del Vecchio Continente. In Europa cresce ancora il numero delle SIM telefoniche, ma a trainare il mercato sono le SIM M2M (machine-to-machine), vale a dire quelle dedicate ai dispositivi per l’Internet of Things.

Il numero totale di nuove SIM attivate in Europa nel corso del 2017 è di ben 15,8 milioni di unità. Il tasso di crescita è inferiore rispetto a quello registrato negli anni precedenti, probabilmente a causa della diminuzione dell’utilizzo di dispositivi Dual-SIM nei Paesi dell’Europa Centrale ed Orientale, mentre si registrano buoni risultati di crescita soprattutto in Francia ed Italia.

In particolare, mentre nel resto del continente l’attivazione di nuove SIM reali è tutto sommato stabile rispetto al passato, nei Paesi dell’Europa Occidentale si è vista un crescita di 1,5 milioni di unità, con una certa attenzione generalizzata anche per le schede post-pagate.

LEGGI ANCHE: Quanto ne sapete di geografia?

In tutte le zone europee, infine, aumenta l’utilizzo del traffico dati mobile, con picchi impressionanti in Russia, dove la navigazione e l’uso di appa mobili fa consumare in media circa 6,5 GB di traffico dati al mese per ciascun utente. Più contenuti gli utenti del resto del Continente, che arrivano a 2,2 GB di media mensile in Europa Occidentale e 3,18 GB in Europa Centrale ed Orientale.

Via: Android Headlines