Telegram sbaraglia la concorrenza ed introduce le Storielle (foto)

Nicola Ligas Adatte per grandi e piccini!

In principio furono le Storie di Snapchat, poi sbarcate in varie forme (Stato/Storie) su tutte le app di Facebook: Instagram, WhasApp ed il social network stesso. Mancava ancora qualcuno all’appello, ma il recente traguardo dei 200 milioni di utenti deve aver dato quella spinta che ancora mancava. Ecco quindi a voi le Storielle di Telegram.

Per distinguersi infatti dai rivali e confezionare qualcosa di originale, l’app di messaggistica di Durov ha deciso di concentrarsi sugli utenti più piccoli. Da oggi potrete condividere con loro, e solo con loro, tutte le storielle che volete. Oltre ai grandi classici: Biancaneve, Cappuccetto Rosso, Cenerentola, e tante altre, potrete essere voi gli autori di nuove storielle, da inviare direttamente a Durov stesso per avere l’approvazione, in modo che tutti gli utenti Telegram le possano poi condividere con gli altri.

LEGGI ANCHE: I 2 notch di Pixel 3

Travestitevi dal vostro personaggio preferito, inventate nuove fiabe e nuovi personaggi, filmate poi il tutto con la fotocamera dell’app: potreste fare felici non solo i vostri figli/nipoti/fratellini e sorelline, ma anche i bambini di tutto il mondo. Di seguito trovate alcuni esempi proposti da Telegram, ma trattandosi di Storielle l’unico limite è la vostra fantasia.

  • Psyco98

    C’era una volta telegram. Poi venne il primo d’aprile, e vissero per sempre storielli e contenti.

    • L0RE15

      quando Pasqua coincide col Primo d’Aprile è un mezzo disastro perché la gente è concentrata sulla prima e non sul secondo…

      • Psyco98

        E poi c’è la redazione di AW, dove fanno ben 3 articoli pesce perché sono al di sopra di tutto ciò

  • Tiwi

    appena pubblicata una 😀

  • Dario · 753 a.C. .

    ahaha