Goodix presenta il suo sensore impronta sotto al display, quello di Mate RS e Vivo X21

Vezio Ceniccola

I nuovi Vivo X21 e Huawei Porsche Design Mate RS hanno una cosa in comune: il sensore per le impronte digitali sotto al display prodotto da Goodix. La società cinese è stata una delle prime a fornire un componente del genere agli OEM, che lo stanno già implementando sulle proprie soluzioni più recenti, dunque è il momento giusto per scoprire qualcosa in più a riguardo.

Il lettore di Goodix è un “sensore per le impronte digitali ottico“, come riportato nella documentazione ufficiale, e funziona solo sugli schermi OLED, sia rigidi che flessibili. Tale elemento deve essere piazzato a circa 1,6 mm sotto alla superficie del display, dove riesce a riconoscere le impronte grazie alla luce riflessa che attraversa il pannello.

Stando ai dati comunicati dalla società, si tratta di una tecnologia affidabile, veloce e sicura, anche più delle soluzioni tradizionali che abbiamo imparato a conoscere negli ultimi anni: il tasso d’impronta non autentica accettata è solo dello 0,002%, mentre quello d’impronta autentica rifiutata è del 2%.

LEGGI ANCHE: Mate RS Porsche Design: la nostra anteprima

Nel corso dei prossimi mesi vedremo sicuramente molti altri modelli che saranno dotati della tecnologia di Goodix, senza dimenticare la soluzione simile proposta da Synaptics. L’era dei lettori per le impronte digitali sotto al display è appena cominciata e potrebbe presto cambiare il modo d’utilizzo degli smartphone moderni. Noi non vediamo l’ora, e voi?

Via: AnandTech
  • TheJedi

    Samsung non lo inserisce su Note 9 perchè altrimenti non avrà niente di nuovo da mettere su S10.