A Matera si accende il 5G: partito il progetto di rete di TIM, Fastweb e Huawei

Vezio Ceniccola

Con un leggero anticipo rispetto ai tempi prestabiliti, TIM, Fastweb e Huawei hanno già avviato il nuovo progetto BariMatera5G, che permetterà di sperimentare la nuova connettività 5G nelle due città di Puglia e Basilicata. Per adesso si parte proprio da Matera, dove oggi è stata accesa la prima antenna per la rete 5G e sono iniziati i test per la connettività.

Per la precisione, l’antenna a marchio Huawei si trova in via Carlo Levi ed utilizza la banda di frequenze 3,7-3,8 GHz. L’apparato radio è dotato di tecnologia “Massive-MIMO”, che consente di gestire contemporaneamente decine di segnali radio in entrata e in uscita, adattandosi dinamicamente alla domanda della rete.

Gli ultimi test in laboratorio hanno mostrato uno sviluppo importante per la tecnologia 5G, in grado di arrivare sino a 3 Gigabit al secondo di velocità per la trasmissione, con latenze ridotte fino a 2 ms. Tali risultati sono già stati ottenuti anche per le prove sul campo, ma si spera che le successive sperimentazioni portino ad un’ulteriore ottimizzazione dell’infrastruttura e delle tecnologie coinvolte.

LEGGI ANCHE: Parte il progetto #Roma5G

L’obiettivo della collaborazione tra TIM, Fastweb e Huawei è quello di coprire il 75% delle aree di sperimentazione di Bari e Matera entro il 2018, facendole diventare tra le prime città al mondo a dotarsi di quest’innovativa tecnologia. Speriamo dunque che l’impegno di queste importanti società possa portare al nostro Paese un vantaggio tecnologico importante, da poter sfruttare anche in futuro, ed i primi segnali sembrano molto incoraggianti.

Fonte: Telecom Italia