Panasonic Toughpad FZ-M1: il tablet Windows 10 che non conosce limiti (foto)

Vincenzo Ronca

Al Mobile World Congress in corso a Barcellona troviamo anche Panasonic che presenta Toughpad FZ-M1: un tablet rugged con Windows 10 e termocamera Lepton FLIR integrata, pensato per un utilizzo anche in ambiti lavorativi estremi.

Il nuovo tablet  di Panasonic è adatto per chi esige potenza, affidabilità ma anche resistenza come chi lavora nei settori dei servizi d’emergenza, della termografia e nell’edilizia. La termocamera integrata è supportata da un’applicazione direttamente sviluppata da Panasonic, disponibile nelle versioni standard e Pro: la risoluzione termica è di 160 x 120 pixel, l’intervallo di temperatura rilevabile va da -20° C a 400° C e sono presenti le funzioni di acquisizione immagini, registrazione video e rilevazioni di punti ad alta e bassa temperatura.

LEGGI ANCHE: Nokia 8110 4G, l’anteprima del banana phone

Concentrandosi sul resto della scheda tecnica, troviamo: processore Intel Atom o Intel di sesta generazione (a seconda della versione scelta), batteria che garantisce un’autonomia di 8 ore e la possibilità di estenderla con un’altra opzionale. Inoltre, riportiamo la possibilità di aggiungere a Toughpad FZ-M1 moduli per la lettura di codici a barre, smartcard, porta seriale e ricezione 4G.

Il tablet è certificato IP65 garantendo la resistenza a cadute da un’altezza massima di 180 cm. Panasonic ci comunica che sarà disponibile già dalla fine di febbraio 2018 ma non i prezzi delle varianti che verranno commercializzate.

Panasonic annuncia oggi, in occasione del Mobile World Congress, il tablet fully rugged Toughpad FZ-M1 con tecnologia Thermal Imaging, progettato per acquisire ed elaborare immagini ovunque ci si trovi. Il Toughpad FZ-M1 è un pratico tablet da 7 pollici dotato di sistema operativo Windows; grazie alla micro termocamera Lepton FLIR permette ai mobile worker di acquisire ed elaborare sul campo immagini termiche accurate, collegandole ad altre applicazioni line-of-business e aggiungendo metadati, come ad esempio codici QR.

La termocamera, combinata con la potenza del tablet rugged Panasonic e il suo set-up versatile e configurabile, lo rende ideale per una vasta gamma di settori e applicazioni aziendali. Oltre agli impieghi più ovvi, come la ricerca del calore nel settore dei servizi d’emergenza e della difesa, la termografia può essere utilizzata anche in ambito industriale (per il controllo e la quality assurance delle linee di produzione), utility e field service (manutenzione e riparazione), nonché nel settore del petrolio e del gas, dell’aviazione, automobilistico o delle costruzioni, per la gestione degli asset e la diagnostica.

L’applicazione di thermal imaging è stata progettata da Panasonic, contando sulla propria ventennale esperienza nel fornire soluzioni hardware e software a clienti business. Con le opzioni software Standard e Pro (licenza aggiuntiva), gli utenti possono rilevare punti ad alta o bassa temperatura, acquisire immagini o registrare video e aggiungere metadati alle immagini come i codici QR. Questa feature aggiuntiva permette di integrare le immagini con più applicazioni line-of-business utilizzando le funzionalità e la connettività del Toughpad FZ-M1.

La micro termocamera Lepton FLIR offre una risoluzione termica di 160×120 e ha un intervallo di rilevazione della temperatura che si estende da -20° a +400° C, con una precisione di più o meno 5 gradi.

Il Toughpad FZ-M1 di Panasonic consente di svolgere attività multi-task e offre performance elevate grazie al sistema operativo Windows 10 Pro e al processore Atom Core o Intel Core di sesta generazione. Agli operatori sul campo, il device offre un’autonomia di 8 ore con possibilità di scegliere una batteria opzionale con durata fino a 16 oltre che alla funzionalità hot swap. Il display, leggibile anche in presenza di luce solare diretta, può essere utilizzato in modalità touchscreen, con una penna e anche indossando i guanti.

Grazie alle opzioni di personalizzazione flessibili, il Toughpad FZ-M1 può essere configurato su richiesta con lettore di codici a barre, porta seriale, 4G e Smartcard. Caratterizzato da un design fully rugged e privo di ventola, offre una resistenza alle cadute da un’altezza massima di 180 cm e certificazione IP65, pur essendo talmente compatto e leggero tanto da poter entrare in tasca.

“Il Toughpad FZ-M1 con temocamera FLIR dimostra nuovamente come Panasonic sia in grado di offrire soluzioni fuori dal comune per applicazioni business, grazie alla propria profonda comprensione dei bisogni della forza lavoro mobile,” afferma Jan Kaemfper, General Manager for Marketing di Panasonic Computer Product Solutions. “Quest’applicazione ha già avuto grande successo a livello internazionale in un’ampia gamma di utilizzi business che vanno dal controllo dell’efficienza delle unità di condizionamento dell’aria sui vagoni ferroviari all’analisi del deterioramento e dell’usura dell’asfalto sulle autostrade”.

“Siamo lieti di dare il benvenuto a Panasonic come partner ‘Thermal by FLIR’ con il loro primo tablet dotato di micro termocamera FLIR,” aggiunge Frank Pennisi, Presidente della Industrial Business Unit di FLIR. “Il Toughpad FZ-M1 consente a Panasonic di offrire funzionalità uniche agli utilizzatori di tablet rugged, e siamo impazienti di permettere a un numero sempre crescente di persone di scoprire i benefici della termografia e di quello che ci piace chiamare ‘superpotere visivo’.”

La soluzione Toughpad FZ-M1 Thermal Imaging di Panasonic sarà disponibile dalla fine di febbraio 2018. Nel corso dell’anno, la termocamera sarà disponibile come opzione su ulteriori prodotti della gamma.