Google lancia Flutter Framework Beta per semplificarvi la creazione di UI (video)

Matteo Bottin

Google è presente al MWC 2018 di Barcellona, ed è proprio qui che ha annunciato un major update per Flutter, un framework, open-source e gratuito, dedicato alle interfacce e che cerca di semplificarne lo sviluppo su più piattaforme (anche su schermi a 120 Hz partendo da zero).

Uno degli obiettivi principali del framework è quello di rendere più semplice lo sviluppo dell’interfaccia, e pare che gli strumenti a disposizione puntino nella direzione giusta:  ci sono l’Hot Reload, una ampia selezione di widget preimpostati e un design generale del framework molto reattivo. Tutte queste funzionalità vengono accoppiate con una compilazione in ARM nativa per tutte le piattaforme supportate, il rendering tramite accelerazione hardware (GPU) ed una integrazione di video inline per semplificarne l’utilizzo.

Google ha ovviamente integrato Flutter con Android Studio e Visual Studio Core, fornendo anche delle istruzioni chiare per il supporto XCode, per permetterne una transizione “senza interruzioni” su tutte le piattaforme mobili. Inoltre, l’ultimo aggiornamento del linguaggio di programmazione Dart è pienamente integrato con la beta di Flutter.

Già le versioni Alpha che erano state presentate al Google I/O 2017 erano molto stabili, ma Google ritiene che la versione Beta sia sufficientemente matura per integrarla nella piattaforma AdWords. Inoltre, la libreria di Flutter ha superato oltre 1000 pacchetti, e altri ne vengono aggiunti frequentemente, ottenendo il supporto di “grandi” come SQLite, Firebase o GraphQL.

Il rilascio di nuove beta dovrebbe essere molto simile a quello di Chromium, con una nuova release al mese per cercare di soddisfare le richieste espresse dalla comunità di sviluppatori. Per chi volesse provare Flutter lasciamo il link al sito ufficiale e alla tracker per eventuali problematiche riscontrate.

Via: XDA
  • cthulberg

    Flutter è veramente spettacolare.