Vibes vuole trasformare ogni telefono in uno smartphone modulare (foto e video)

Giuseppe Tripodi

L’idea di smartphone modulare non è certo nuova: un paio di anni fa Google ci aveva ammaliato con Ara, ma dalla chiusura del progetto di BigG solo alcuni produttori (come Lenovo) hanno abbracciato l’idea di modularità. Ma dove non arrivano le aziende che realizzano gli smartphone, possono arrivare le cover.

Non è la prima volta che parliami di case modulari, ma quanto mostrato da Vibes Modular potrebbe meritare la vostra attenzione, a patto che abbiate un iPhone (6 e superiori) o un Galaxy (S7 Edge e superiori) e che non abbiate paura di portare in tasca uno smartphone spesso circa il doppio del normale.

LEGGI ANCHE: Tutte le novità dal MWC 2018

Fatte queste dovute premesse, la parte fondamentale dei case modulari di Vibes è BaseRox, ossia la cover base a cui possono essere collegati i diversi moduli. Ce ne sono per tutti i gusti, dai prevedibili power bank dotati di ricarica wireless, all’ottimo speaker Bluetooth impermeabile (che un tempo era il core della società, precedentemente nota come Vibes Audio) passando per un portatessere o addirittura porta occhiali (guardare il video per credere). Ciliegina sulla torta: è possibile personalizzare

Come accennato, attualmente i case sono disponibili solo per alcuni modelli di iPhone e Samsung Galaxy, ma l’obiettivo dell’azienda è di supportare sempre più smartphone. Per maggiori informazioni e per acquistare una cover modulare di Vibes vi rimandiamo al sito ufficiale, mentre per farvi un’idea di come funzionano potete dare un’occhiata alla nostra anteprima dal Mobile World Congress.