Gli strumenti di Facebook e Google per le elezioni di marzo 2018

Giuseppe Tripodi

Come certamente saprete, il 4 marzo 2018 si terranno le elezioni politiche, con cui i cittadini italiami eleggeranno i membri del Parlamento, che formeranno poi il nuovo Governo. Per aiutrare gli italiani ad orientarsi nella scelta, nonché per affrontare questioni pratiche (come ad esempio il rinnovo della tessera elettorale), Google e Facebook hanno lanciato alcuni strumenti utili per chi tra meno di un mese dovrà recarsi alle urne.

Partiamo dagli strumenti messi a disposizione dal social network di Zuckerberg, che probabilmente avrete già visto sulle vostre bacheche. Il più noto è Punti di Vista, ossia un tool che mostra le posizioni su diversi argomenti dei principali partiti (ossia quelli che, secondo i sondaggi più attendibili, superano l’1%). Punti di Vista riprende esattamente le dichiarazioni dei candidati sui vari temi, al fine di evitare interpretazioni; questo strumento verrà mostrato una volta ogni tre giorni a tutti gli utenti italiani del social network.

Inoltre, Facebook ha annunciato una parthersnip con ANSA per realizzare una serie di inteviste con i leader dei principali partiti politici, che si terranno nella sede di Facebook a Milano e verranno trasmesse via Facebook Live.

Infine, il social network ha comunicato anche uno strumento di fact-checking (ossia di verifica delle notizie) realizzato in collaborazione con il team di Pagella Politica, un progetto a cui lavorano giornalisti di diverse testate che si occupa di analizzare la veridicità delle dichiarazioni dei candidati politici.

Passando a Google, il colosso di Mountain View ha pubblicato oggi un post sul blog italiano in cui annuncia le iniziative dedicate alle elzioni politiche.

Come spiegato, in queste due settimane che precedono il voto, eseguendo ricerche da smartphone legate alle elezioni, potrete vedere schede che rimandano al sito e al canale YouTube realizzati dal Ministero dell’Interno per informare i cittadini in merito alle modalità di voto. Questo strumento sarà utile per chiarificare dubbi pratici, come ad esempio cosa fare in caso di smarrimento della tessera elettorale.

Inoltre, BigG ha messo a disposizione del Ministero dell’Interno e dei partiti politici i Post su Google: si tratta di post che possono includere testo, foto o video e che appaiono direttamente nel Knowledge panel, ossia il riquadro che riassume le principali informazioni relative alla ricerca effettuata. I partiti che lo vorranno potranno utilizzare questo strumento per condividere le proprie posizione relative ai tempi più importanti della campagna elettorale; ovviamente, i contenuti dei post saranno curati interamente dai partiti, senza alcun intervento da parte di Google.

Fonte: IlSole24Ore, Google