In Cina Apple continua a crescere, ma sente la competizione di Huawei e Oppo

Giuseppe Tripodi

L’ultimo trimestre del 2017 di Apple ha fatto parlare molto la stampa di tutto il mondo: nonostante il mercato smartphone sia andato tendenzialmente male, la società di Cupertino ha superato Samsunng per numero di vendite e, soprattuto, grazie al prezzo esoso di iPhone X, i guadagni della mela sono cresciuti nonostante le vendite siano diminuite.

Per farci un’idea migliore di cosa succede nel mercato della telefonia, vale la pena anche dare un’occhiata ai recenti report pubblicati da FastCompany (che cita la ricerca di un analista di Morgan Stanley) e da Strategy Analytics.

Il primo dei due analizza l’andamento di Apple in Cina nel tanto discusso Q4 2017: stando alle cifre riferite dall’analista,  le nell’ultimo trimeste le vendite degli iPhone nella Repubblica Popolare Cinese sarebbero cresciute del 12% rispetto al trimestre precente, mentre quelle di smartphone Android sarebbero diminuite del 17%. Tuttavia, Morgan Stanley ritiene che, nelle 4 settimane che si sono concluse il 14 gennaio, il market share di iPhone in Cina sia diminuito di 1,2 punti percentuali (dal 21,8% del 31 dicembre al 20,6%) e che la concorrenza di modelli Android economici abbia rallentato la crescita.

A tal proposito, è interessante notare che le vendite di iPhone 6 (ossia la variante più economica) sarebbero diminuite a gennaio, probabilmente sotto la pressione di dispositivi cinesi più economici, soprattutto prodotti da Huawei e Oppo.

A proposito di Huawei, l’azienda cinese mantiene saldamente la sua terza posizione nel mercato globale degli smartphone, appena sotto Apple e Samsung: lo conferma anche Strategy Analytics, secondo cui nel Q4 del 2017 Apple, con i suoi 61,4 miliardi di dollari di entrate, ha ottenuto il 51% dei ricavi dell’intero settore, in crescita rispetto al 48,5% dello stesso trimestre del 2016.

Via: PhoneArena