Bufala Adidas su WhatsApp: nessuno ha intenzione di regalarvi delle scarpe

Giuseppe Tripodi -

Ancora una volta, l’ennesima truffa sta rimbalzando via WhatsApp (e Facebook) e, questa volta, promette di far vincere 5.000 paia di scarpe Adidas in occasione dell’80° compleanno dell’azienda. Ovviamente non c’è niente di vero: si tratta di una bufala, con lo scopo di ingannare gli utenti e portarli a cliccare su un link che attiva abbonamenti a pagamento.

Per capire che non bisogna assolutamente fidarsi basta guardare il link: adidas.com-wallet.org è un dominio che non appartiene ad Adidas e sfrutta impropriamente il nome dell’azienda per trarre in inganno i meno esperti. In ogni caso, il messaggio in questione (che viene anche inoltrato automaticamente ai propri contatti) recita qualcosa come:

Festeggiamo il nostro 80° compleanno regalando 5000 paia di Scarpe Adidas Gratis.
Ricevi subito un paio di scarpe Adidas in regalo.

Guarda!!
http://adidas.com-wallet.org
Provaci anche tu

Visitando il link in questione si apre una pagina con un finto sondaggio e finti commenti: cliccando sulle opzioni del sondaggio viene attivato un servizio in abbonamento, di quelli che arrivano a scalare fino a 5€ ogni volta dal vostro credito.

Ancora una volta vi invitiamo a non fidarvi mai di concorsi e promesse simili ricevuti su WhatsApp o Facebook: nessuno regala prodotti così facilmente e non bisogna cliccare mai su link di cui non conoscete la provenienza, poiché rischiate di incappare in virus/malware o, come in questo caso, abbonamenti non voluti.

  • Nigel

    certo che ci vuole proprio un cervello fine per cascare in queste trappole…

    • Zeronegativo

      a noi lo scorso anno hanno fatto cambiare firewall e antivirus in azienda, più una serie di normative più restrittive riguardo l’uso dei dispositivi personali in azienda e degli aziendali fuori dall’ufficio perchè la moglie del titolare si era beccata il cryptolocker,
      A casa sua e sul suo pc personale.
      E lavoriamo nel settore IT

      • Nigel

        ahahah

  • L0RE15

    …ma un piccolo salto evolutivo riusciamo a farlo o no?! La gente oggi avrà anche accesso al progresso, pc, internet, telefoni, ma con la testa e la capacità di discernere sembra sia ancora ferma a 150 anni fa…