Samsung vuole portare le doppie fotocamere sugli smartphone economici (anche degli altri)

Giuseppe Tripodi

Samsung si è presa il suo tempo per adottare le doppia fotocamere: nonostante un sistema basato su due sensori fosse già diffuso su diversi top di gamma, Galaxy S8 e S8+ sono stati lanciati con una sola lente e (fatta eccezione per Galaxy C10) abbiamo dovuto attendere Galaxy Note 8 prima di un’implementazione di questa tecnologia. Tuttavia, quando Samsung ha presentato il suo brand per la fotografia da mobile, ISOCELL, abbiamo avuto la certezza che anche sui Galaxy le doppie fotocamere si sarebbero diffuse rapidamente: uno dei quattro sotto-brand, infatti, si chiama proprio ISOCELL Dual.

Oggi ne torniamo a parlare poiché Samsung ha anunciato come favorirà l’implementazione delle doppie fotocamere anche nel mercato degli smartphone economici. La società coreana, infatti, ha presentato nuove soluzioni software che favoriranno l’utilizzo delle ottiche ISOCELL Dual, anche da parte di produttori di terze parti.

LEGGI ANCHE: Samsung: profitti in calo nel mobile ma al top come produttore di chip, in attesa di Galaxy S9

Come sempre, anche gli algoritmi presentati da Samsung si concentrano sui due aspetti più tipici della fotografia con doppi sensori: effetto bokeh e scatti in condizioni di scarsa luminosità (low-light shooting, LLS).

Per favorire l’utilizzo delle ISOCELL Dual, tra le tante scelte possibili Samsung cita due configurazioni che i produttori di smartphone potranno adottare facilmente: una prima soluzione con un sensore da 13 megapixel e uno da 5 megapixel, con algoritmi ottimizzati per l’effetto bokeh, o in alternativa una coppia di sensori da 8 megapixel e software orientato all’elaborazione degli scatti con poca luce.

Come avrete già intuito, probabilmente questo sarà l’anno in cui le doppie fotocamere verranno sdoganate anche nella fascia media del mercato, proprio a partire da Samsung.

Via: SamMobileFonte: Samsung