Dal 2019 i vostri smartphone saranno un po’ più preziosi e molto più resistenti: sta arrivando il vetro diamante!

Edoardo Carlo Ceretti - Uno smartphone sarà per sempre. Almeno fino al lancio del modello successivo...

Nonostante il vetro zaffiro a protezione dei display dei nostri dispositivi mobili non si sia ancora per nulla diffuso – a causa di una produzione difficile e costosa su larga scala – a partire dal 2019 potrebbe accorrere in aiuto degli utenti più sbadati nientemeno che il diamante.

Come già annunciato circa un anno fa, Akhan Semiconductor sta conducendo una serie di test per forgiare il materiale protettivo  dei display del futuro, che proprio grazie al vetro diamante potrebbero non avere più da temere colpi e cadute varie. Il diamante infatti è il minerale più duro al mondo, in grado di raggiungere il livello massimo (ossia 10) della scala di Mohs, mentre gli attuali Gorilla Glass non riescono ad andare oltre a valori compresi fra 6 e 7.

LEGGI ANCHE: Quale smartphone del 2018 state aspettando di più?

La tecnologia di Akhan impiega diamanti sintetizzati artificialmente disposti in pattern di nano-cristalli, organizzati in modo casuale – non più allineati – per diminuire drasticamente le possibilità di rottura e di danneggiamento dei materiali sottostanti. Già, perché il vetro diamante non sarà altro che uno strato sottile e superficiale, impiegato in combinazione con altri strati (anche di Gorilla Glass, ad esempio) per proteggere al meglio i display di smartphone e altri dispositivi.

Il lavoro di affinamento del processo produttivo richiederà ancora diverso tempo, per raggiungere costi tali da giustificarne l’impiego su larga scala. Inoltre, Akhan deve ancora risolvere alcune problematiche, come il forte potere riflettente di questo materiale adamantino, che inficerebbe la visibilità del display, specialmente all’aperto. Per godere di queste novità dovremo dunque aspettare quantomeno il 2019, sperando che non si tratti di stime troppo ottimistiche – come le precedenti, che parlavano di fine 2017.

Via: Cnet
  • Psyco98

    No, ma giusto, tanto già si rompono facilmente. Facciamoli del materiale più duro (e dunque fragile) in assoluto!
    Praticamente adesso sarà letteralmente impossibile scalfirli (e comunque vorrei sapere a chi è capitato di trovarsi graffi su un gorilla glass 4) ma un cm di caduta lo farà andare in frantumi, con costi di sostituzione astronomici.
    We’re screwed.

    • Damiano Della Grotta

      Dalle mie parti lo chiamano “analfabetismo funzionale”.

      • DavC++

        Sinceramente non ho capito manco io, @damianodellagrotta:disqus illuminaci!

        • Damiano Della Grotta

          Ma per carità, non voglio illuminare nessuno, non voglio insegnare niente a nessuno e nemmeno voglio fare il leoncino da tastiera.
          Anche a me sfugge qualcosa; ad esempio so che il diamante ha una struttura cristallina con un ordine particolare e che questo si ripercuote sulle sue caratteristiche di durezza e resistenza, quindi non mi spiego molto come possa una struttura solida amorfa (come il più comune vetro) offrire una resistenza paragonabile. Sicuramente in quel team di lavoro ci sarà gente caxxuta che sarebbe in grado di spiegarmi la cosa in modo molto chiaro, quindi so che per quanto riguarda questo materiale specifico la capra sono io, non loro.
          Spesso, soprattutto con articoli non chiarissimi, mi ritrovo a leggere i commenti sperando che qualcuno possa insegnarmi qualcosa, ma mi ritrovo ‘ste cose…”materiale più duro (e dunque fragile) [……]; un cm di caduta lo farà andare in frantumi”.
          Ma ci vuole tanto a leggere 4 righe di articolo prima di mettersi a scrivere un commento del genere “tanto per”? Non l’ha mica ordinato il medico di commentare per forza.
          In genere soprassiedo e vado oltre, ma certe volte proprio, boh, non mi capacito.
          Comunque vabè, piccolo sfogo ma son scemenze, adesso potrò tornare ad accumulare leggendo in silenzio altri 50 commenti buttati là, prima di sbottare di nuovo al 51°.
          Buona giornata a tutti.

        • Damiano Della Grotta

          Avevo lasciato una risposta ragionevole e non volgare.
          Mi piacerebbe molto sapere dal moderatore che me l’ha cancellata cosa c’era che non andava.