L’iPhone “economico” da 6,1″ risolleverà le vendite di Apple a fine 2018, parola di Ming-Chi Kuo

Giuseppe Tripodi

Secondo alcune recenti analisi di mercato, iPhone X ha venduto meno del previsto: KGI Securities, una delle più importante società di analisi del settore, spiega che ad allontanare gli acquirenti è stato il prezzo, più salato del solito e un po’ fuori mercato, persino per un prodotto Apple. Tuttavia, come già accennato, secondo le stime degli analisti i modelli del 2018 risolleveranno la situazione, compensando le (relativamente) basse vendite di iPhone X.

Come forse avrete già sentito, il famoso analista Ming-Chi Kuo prevede che quest’anno Apple presenterà tre nuovi modelli, che saranno tutti accumunati dal design ispirato a quello di iPhone X, con tanto di notch (e quindi Face ID come sistema di sblocco). Tuttavia, i tre smartphone differiranno per dimensione del display e, soprattutto, la variante da 6,1″ dovrebbe avere caratteristiche e prezzo inferiori rispetto ai due modelli da 6,5″ e 5,8″: le previsioni parlano di schermo LCD invece che OLED, niente 3D Touch, fotocamera singola invece che dual camera, corpo in alluminio invece che acciaio inossidabile, RAM da 3GB invece che 4GB e altri piccole variazioni. Di seguito un’immagine che riassume le principali differenze, stando alle stime di Kuo.

Nonostante le limitazioni rispetto ai due modelli top di gamma, secondo Ming-Chi Kuo sarà proprio la versione “economica” (le virgolette sono d’obbligo) a risollevare le vendite di Apple: l’analista ipotizza che trai modelli del 2018, il 50% degli acquirenti sceglierà proprio la versione da 6,1″.

LEGGI ANCHE: Recensione iPhone X: tutto ciò che saranno gli iPhone del futuro

Noi invitiamo alla calma (il 2018 è appena iniziato e l’intera storia dei “tre modelli di iPhone X” è solo una previsione!), ma riconosciamo che la stima sembra plausibile: il design con il notch sarà il nuovo segno di riconoscimento per Apple e un eventuale modello “economico” (si ipotizza di un costo di 600-700$) sarebbe perfetto per gli utenti meno affezionati che desiderano comunque aggiornare il loro desueto iPhone con il tasto Home.

In ogni caso, mancano ancora 8 mesi circa alla presentazione dei nuovi iPhone e siamo piuttosto sicuri che nel tempo che ci separa da settembre ne sentiremo delle belle: non è ancora il momento di rompere il salvadanaio per controllare quanti risparmi avete da parte.

Via: 9to5Mac