Google vuole mettere la realtà aumentata direttamente nei browser

Vezio Ceniccola

La realtà aumentata è uno dei settori più in sviluppo negli ultimi anni, come dimostrano i progetti ARCore di Google e ARKit di Apple, senza parlare della Mixed Reality di Microsoft. L’azienda di Mountain View ha sviluppato un nuovo prototipo che dimostra come la tecnologia AR possa essere integrata in modo molto veloce ed intuitivo direttamente nei browser, in modo da poter essere sfruttata semplicemente caricando una pagina web.

L’esempio mostrato da Big G si chiama Article, un nuovo visualizzatore di modelli 3D inserito all’interno dei browser. Normalmente, quando l’utente apre una pagina web in cui è presente un modello 3D, è possibile ruotare o fare uno zoom su tale oggetto virtuale. Sui dispositivi compatibili con la tecnologia AR, Article permette invece di caricare il modello in realtà aumentata, piazzandolo nella stanza in cui si trova l’utente, che può quindi vederlo a “dimensione reale” e interagire con esso.

L’attivazione di questa modalità AR è abbastanza semplice. Premendo sull’apposito pulsante che si trova nella pagina web, vicino al modello 3D, la fotocamera del dispositivo si attiva e sullo schermo appare il reticolo che indica i punti in cui è possibile posizionare l’oggetto virtuale, con un circoletto di caricamento che prmette di capire anche in quali zone non è collocabile, perché magari ostacolato da altri oggetti reali.

LEGGI ANCHE: La battaglia per la realtà aumentata è iniziata

Una tecnologia di questo tipo è perfetta sia per l’uso educativo che per scopi commerciali, ma è solo uno dei tanti esempi di applicazione nella vita reale. Come detto all’inizio, la realtà aumentata sarà sempre più presente nei nostri discorsi e nelle nostre vite negli anni a venire, e proprio progetti come Article potrebbero essere i primi a farci intuire le sue grandi potenzialità.

Fonte: Google