Roaming in UE: ecco i nuovi costi applicati dagli operatori virtuali italiani

Vezio Ceniccola

L’abolizione dei costi di roaming all’interno dell’Unione Europea è stata una notizia molto positiva per tutti gli utenti, anche se ci sono ancora alcune limitazioni per i clienti degli operatori virtuali. Grazie ad una deroga dell’AGCOM, i MVNO italiani possono infatti ancora applicare i costi di roaming sulle proprie tariffe, con prezzi che variano a seconda di ogni operatore.

Dopo l’aggiornamento della normativa a partire dal 1° gennaio 2018, ci sono stati alcuni cambiamenti per quanto riguarda le soglie e le limitazioni d’utilizzo del roaming da parte dei MVNO, e per alcuni si tratta di buone notizie per i clienti.

PosteMobile

Inizialmente l’operatore virtuale aveva adottato il Roam like at home abolendo tutti i costi, salvo chiedere la già citata deroga nei mesi successivi. Ciò significa che ora i clienti PosteMobile devono pagare i costi di roaming, ma fortunatamente le soglie d’utilizzo sono state aumentate dall’inizio del nuovo anno.

Per quanto riguarda la navigazione internet, il costo di roaming è di 0,71 centesimi di euro al MB fino all’esaurimento dei giga contenuti nella propria offerta, mentre successivamente viene applicato un costo di 50,41 centesimi di euro al MB per il traffico dati extra-soglia.

Fastweb Mobile

Per i clienti Fastweb Mobile sono previsti limiti massimi di 500 minuti di chiamate, 500 SMS e 1 GB di traffico dati per l’utilizzo delle proprie offerte durante il roaming in Europa.

Stando al di sotto di questi limiti non ci sono costi, mentre superate queste soglie si applica un costo di 0,732 centesimi di euro al MB fino all’esaurimento dei giga contenuti nella propria offerta.

Tiscali Mobile

Anche Tiscali Mobile ha leggermente aumentato le soglie previste per il roaming europeo, a seconda delle offerte attivate. Riguardo al traffico dati, l’operatore applica un costo di 1,5 centesimi di euro al MB fino all’esaurimento dei giga contenuti nella propria offerta, con tariffazione per singolo KB.

Kena Mobile

Particolare la situazione di Kena, che non ha richiesto la deroga all’AGCOM ma applica una strategia simile a quella di Fastweb Mobile. Anche in questo caso ci sono limiti per ogni offerta, ma superate le soglie si applica un costo di 0,71 centesimi di euro al MB fino all’esaurimento dei giga contenuti nella propria offerta.

DIGI Mobil

Per i clienti di questo operatore virtuale non sono previsti pacchetti ad hoc per il traffico dati in roaming, ma sono presenti esclusivamente sovraprezzi sulle tariffe a consumo.

LEGGI ANCHE: Dal 1 gennaio potete navigare di più in roaming

Vi ricordiamo che, per maggiori informazioni, potete leggere l’approfondimento completo sulle modalità e le curiosità per quanto riguarda il roaming in UE nel nostro articolo dedicato a questo indirizzo.

Via: MVNO News