ZeTime Petite cambia dimensioni ma non filosofia: ecco il nuovo smartwatch ibrido di MyKronoz

Giuseppe Tripodi

I nostri lettori più interessati al settore smartwatch si ricorderanno sicuramente di MyKronoz: si tratta di un’azienda svizzera che lo scorso anno ha raccolto oltre 6 milioni di dollari su Kickstarter e Indiegogo per produrre il suo primo orologio ibdrido, chiamato ZeTime.

La filosofia dietro MyKronoz ZeTime è tanto semplice quanto funzionale: lancette analogiche per indicare l’ora che sovrastano un display touchscreen che fornisce tutte le funzioni smart a cui siamo abituati. Troviamo quindi tracciamento di passi, notifiche e monitoraggio del battito, ma anche delle care, vecchie lancette che permettono all’orologio di indicare l’ora per un mese con una singola ricarica.

LEGGI ANCHE: Anteprima MyKronoz ZeTime

Dopo il successo del primo modello, al CES MyKronoz ha lanciato ZeTime Petite: come suggerisce il nome, si tratta di una versione più piccola dello smartwatch, dotata di un quadrante da 39 mm (invece che da 44, come nel modello standard) e un display da 1,05″ (invece di 1,22″).

Per quel riguarda il resto, l’orologio mantiene le stesse caratterisrtice della variante classica, con attenzione al design e ai materiali (acciaio inossidabile e vetro zaffiro), impermeabilità fino a 50 metri e supporto ad Android e iOS. Di seguito alcune immagini dello smartwatch, in vendita al prezzo di 199$.

 

  • Jacopo Penazzi

    Andrebbe specificato che chi ha supportato il progetto su kickstarter poteva già scegliere tra la versione “regular” e la “petite”