Le prime specifiche del 5G sono state approvate

Nicola Ligas La palla passa ai produttori

La 3GPP (l’organizzazione che sovraintende agli standard relativi alle comunicazioni mobili) ha approvato a Lisbona le prime specifiche implementabili relative al 5G NR (New Radio).  I maggiori operatori e produttori mondiali hanno dichiarato che ciò apre la via ad uno sviluppo su larga scala del 5G NR, i cui primi impieghi commerciali dovrebbero arrivare già ad inizio 2019.

TIM has already defined a sound track towards 5G and is collaborating with key industry players, municipalities and public Institutions to unleash the full potential of 5G for people and vertical markets by 2020 expanding the footprint of LTE-A. The extraordinary work done in 3GPP in a few months to keep the promise of a first set of standards coping with the strict requirements of a new radio interface is a fundamental step in this roadmap. We are looking forward to contributing to the next 3GPP milestones which will complete the work on Release 15.

Mr. Giovanni Ferigo, CTO di TIM

Ciò significa in pratica che ora la palla passa ai produttori di hardware, che sulla base delle specifiche approvate potranno realizzare i primi dispositivi. I dettagli precisi saranno pubblicati solo tra pochi giorni, ma già sappiamo che ci sarà il supporto sia per basse frequenze (600MHz, 700MHz), medie (3.5GHz) ed anche molto alte (50GHz), andando così a coprire tutto lo spettro.

LEGGI ANCHE: La sperimentazione per il 5G Vodafone è iniziata in Italia

I partner aderenti sono moltissimi, e giusto per completezza ne riportiamo i nomi, ma ciò non significa certo che il 5G sarà loro appannaggio esclusivo: AT&T, BT, China Mobile, China Telecom, China Unicom, Deutsche Telekom, Ericsson, Fujitsu, Huawei, Intel, KT Corporation, LG Electronics, LG Uplus, MediaTek Inc., NEC Corporation, Nokia, NTT DOCOMO, Orange, Qualcomm Technologies, Inc., Samsung Electronics, SK Telecom, Sony Mobile Communications Inc., Sprint, TIM, Telefonica, Telia Company, T-Mobile USA, Verizon, Vodafone, e ZTE

Via: EngadgetFonte: Samsung