Secondo il Dipartimento di Sanità Pubblica della California non dovreste portare lo smartphone in tasca

Giuseppe Tripodi

Continua l’eterna diatriba su quanto le radiazioni emesse dagli smartphone possano far male all’utente: un argomento controverso e dove spesso si va avanti per partito preso, con chi accusa i dispositivi mobili di tutti i mali del mondo e chi, al contrario, non se ne separerebbe neppure in caso di estrema pericolosità accertata al 100%.

A tal proposito, il Dipartimento di Sanità Pubblica della California ha aggiornato le sue linee guida sull’utilizzo degli smartphone, raccomandando ai cittadini di non tenere cellulari in tasca (ma metterli nello zaino, in borsa o non portarli affatto con sé); inoltre, se non spegnete i vostri dispositivi durante la notte, il suggerimento è di tenerli ad almeno un braccio di distanza dal proprio corpo mentre dormite.

C’è da precisare che l’ente ha modificato le guidelines inseguio alle pressioni di Joel Moskowitz, professore della University of California Berkeley che nel 2009 aveva denunciato il Dipartimento, poiché a suo dire stava decisamente sottostimando i potenziali danni causati dalle radiaizoni emesse dagli smartphone.

LEGGI ANCHE: Gli italiani non temono lo smartphone: il 74% gestisce il denaro da mobile

Secondo alcuni studi, che adesso figurano tra le fonti utilizzate dal Dipartimento di Sanità Pubblica, ci sarebero correlazioni tra l’utilizzo prolungato di telefoni cellulari e l’insorgenza di tumori, mal di testa e calo di fertilità, oltre che problemi legati a perdite di memoria, cali di udito e disturbi del sonno.

D’altra parte, bisogna sempre tener presente che altri studi di condotti sulla stessa materia ridimensionano molto i rischi collegati all’utilizzo dello smartphone e che la scienza non ha ancora raggiunto un’opinione unanime sull’argomento (anzi).

In generale, il suggerimento è quello di usare il buon senso: se potete fare a meno di portare i dispositivi nelle tasche dei pantaloni, sicuramente non vi farà male, ma non fatevi prendere dal panico se state al telefono dieci minuti in più del solito.

Via: PhoneArenaFonte: California Department of Public Health
  • funcool

    di notte metto la modalità aereo, dovrebbe essere sufficiente per evitare magagne, le radiazioni ci sono solo se deve cercare segnale o con il wifi attivo, o sbaglio?
    In ogni modo credo che il principio di precauzione sia la miglior cosa soprattutto con i bambini, a prescindere da quello che dicono gli scienziati di cui sono sempre un po’ scettico in quanto in passato hanno omesso la verità per favorire le lobby, come per lo zucchero negli alimenti/bibite (ma chissà quante cose non sappiamo e ci nascondono)

    • Nigel

      Io pure lo tengo in modalità aereo tutta la notte, spero basti.
      Purtroppo ho l’abitudine di tenerlo nella tasca davanti di giorno (quando sono in giro)

  • Mpj

    Non vorrei adesso che dicendo sta roba mi arrivasse una botta di sfiga asdurda ma è da quando sono nati i primi cellulari commerciali come il Motorola 8700 e il Panasonic G che porto il telefono nella tasca sinistra dei pantaloni.. 😅
    Mi sembra di stare bene ma meglio incrociare le dita! 😅