Wind Tre con Qualcomm e ZTE per diffondere il 5G in Italia

Giuseppe Tripodi

Wind Tre, Qualcomm e ZTE hanno annunciato oggi che lavoreranno insieme in Italia per condurre test di sperimentazione sul 5G. Le tre società collaboreranno su reti basate sulle specifiche 5G New Radio (NR), sviluppate da 3GPP, utilizzando la banda di frequenza di 3,7 GHz.

Con le reti 5G su cui stanno lavorando Wind Tre, Qualcomm e ZTE, sarà possibile raggiungere velocità di download pari a diversi Gigabit per secondo e, ovviamente, queste nuove reti getteranno le basi per lo sviluppo ci Smart City, auto connesse e tutto quel che il futuro ci riserva.

Il progetto utilizzerà apparati ZTE che comunicano su interfacce radio 5G con prototipi sviluppati da Qualcomm, il tutto sulla base delle linee guida fornite da Wind Tre. Per maggiori informazioni vi lasciamo al comunicato stampa, che potete trovare di seguito.

Qualcomm, ZTE e Wind Tre annunciano collaborazione su sperimentazione 5G a 3.7 GHz per accelerare la diffusione del 5G in Italia

La sperimentazione sarà conforme alla specifica 3GPP, lo standard globale del 5G, e ha
l’obiettivo di guidare l’ecosistema verso una rapida commercializzazione su larga scala

MILANO — 14 Dicembre 2017 — Qualcomm Technologies, Inc., società controllata da
Qualcomm Incorporated, ZTE e Wind Tre annunciano che condurranno test di interoperabilità e un
piano di sperimentazione sul campo, basato sulle specifiche 5G New Radio (NR), sviluppate dal
3GPP. I test serviranno a certificare la “user experience” dei servizi e delle tecnologie 5G, per
permettere in tempi brevi il lancio di reti commerciali basate su infrastrutture e dispositivi
compatibili con lo standard 5G NR.

La sperimentazione sarà condotta nella banda di frequenza 3.7 GHz e utilizzerà tecnologie avanzate
5G per raggiungere velocità di trasmissione pari a diversi Gigabit al secondo, una latenza inferiore e
una maggiore affidabilità. La tecnologia 5G sarà fondamentale per rispondere alla crescente
domanda da parte dei clienti di una migliore esperienza d’uso della banda larga mobile e, allo stesso
tempo, consentirà di porre le basi per le esigenze di servizi in diversi ambiti, come Smart City,
Connected Car, e-health, Smart Energy e Industria 4.0.

Il progetto utilizzerà gli apparati di ZTE, che comunicano su interfacce radio 5G con dispositivi-
prototipo sviluppati da Qualcomm Technologies, sulla base delle linee guida di Wind Tre.

“Qualcomm Technologies è impegnata a rispondere alle sempre più elevate esigenze di connettività
nella larga banda Mobile per i nuovi casi di esperienza interattiva degli utenti e stiamo già
osservando il bisogno di portare le tecnologie “5G NR” nei device a livello globale, il prima
possibile”, ha detto Roberto Di Pietro, Vice President Business Development di Qualcomm Europe

Inc. “Siamo entusiasti di partecipare, con Wind Tre e ZTE, ad una sperimentazione basata su
standard globali 3GPP 5G, che sono fondamentali per assicurare una diffusione in tempi brevi
delle reti 5G”.

“Per Wind Tre la sperimentazione 5G è una grande opportunità di ‘co-innovation’, per testare le
nuove architetture tecnologiche, i nuovi modelli di business e la customer experience dei servizi di
quinta generazione”, ha commentato Benoit Hanssen, CTO di Wind Tre. “Crediamo che,
attraverso la sperimentazione condotta con Qualcomm e ZTE, potremo costruire un ecosistema
innovativo, in grado di rendere accessibili e sostenibili le nuove soluzioni”, ha concluso il manager.

“ZTE ha sempre mantenuto il posizionamento di leader nello sviluppo della tecnologia di verifica
5G e nello sviluppo product-based. Abbiamo lanciato un’intera gamma di prodotti 5G ad alta e
bassa frequenza e di soluzioni complete. In aggiunta, ZTE sta sviluppando una serie di chiavi
tecnologiche, soluzioni e modelli di network e partner industriali. Una serie dettagliata di test sul
campo ci aiuta a perseguire lo scopo di voler diventare il primo rivenditore di attrezzatura e
soluzioni per il 5G scoprendo, risolvendo potenziali problemi prima del massimo uso commerciale
del 5G”, ha detto Bai Yanmin, general manager dei prodotti ZTE’s TDD&5G.

  • jcrtron

    A me va bene, ma prima che dite lo portiamo un buon 4g da tutte le parti? Altrimenti per me possiamo saltare il 5g e passare al 6g direttamente…