Amazfit Pace 2 ufficiale: design più ricercato, modalità nuoto e molto altro, ad un prezzo sempre concorrenziale (foto)

Edoardo Carlo Ceretti

Huami – sussidiaria della ben più nota Xiaomi – ha svelato ufficialmente Amazfit Pace 2, sportwatch successore di Amazfit Pace, che nell’ultimo anno e mezzo ha riscosso un grande successo per le ottime doti hardware, ad un prezzo decisamente vantaggioso. Riuscirà il nuovo modello a replicarne il grande apprezzamento di pubblico e critica?

Caratteristiche Tecniche di Amazfit Pace 2

Il nuovo sportwatch di Huami si mostra decisamente rinnovato tanto nelle linee estetiche, quanto nei materiali impiegati. Se il primo poteva contare sul riuscito abbinamento fra policarbonato e ceramica, Pace 2 vanta l’impiego di materiali come la fibra di carbonio, il policarbonato rinforzato con fibra di vetro, la ceramica e una lega di acciaio chiamata 316L, anticorrosione. Il vetro a protezione del display questa volta è di tipo 2,5D, mentre il design complessivo appare più ricercato, a partire dalla presenza di 3 tasti fisici piuttosto prominenti e dalle tacche per l’orario, fino al cinturino in pelle (è presente anche una versione con cinturino in silicone, fedele all’anima sportiva del dispositivo).

Migliora anche la dotazione puramente tecnica, il cui vanto è senza dubbio la resistenza alle immersioni fino a 50 metri, che consente la presenza di ben due modalità per la rilevazione di sessioni di nuoto. In totale, sono 11 le discipline sportive monitorabili da Pace 2, che potrebbero aumentare ulteriormente con futuri aggiornamenti. Ancora ovviamente presente il GPS – capace di lavorare continuativamente fino a 35 ore con una sola carica – così come il sensore per la rilevazione dei battiti cardiaci, affinato grazie alla collaborazione con Firstbeat. L’autonomia senza attività sportive che richiedono il GPS arriva fino a 5 giorni con una ricarica.

Uscita e Prezzo

Amazfit Pace 2 era già preordinabile da una settimana e sarà disponibile in Cina a partire da oggi, al prezzo di 999 yuan (circa 128€) per la versione standard, mentre una Exclusive Edition con vetro zaffiro a protezione del display arriverà dal 9 gennaio 2018 al prezzo di 1.499 yuan (circa 192€). Attualmente non abbiamo notizie di un approdo ufficiale in Italia di questo sportwatch, per il momento sarà necessario rivolgersi ai canali di importazione.

Immagini

Via: Gizchina.it
  • Zeronegativo

    la versione standard costerà pure meno del primo Amazfit al lancio. Se dovesse avere una precisione nella rilevazione dei battiti cardiaci paragonabile ad un Garmin, beh, sarà un duro colpo per il settore sportwatch.

    • Bertone

      purtroppo per la tipologia di rilevatore (sensore piccolo e due led minuscoli) che ha la vedo molto dura…resta comunque un prodotto interessante

      • Zeronegativo

        ma l’amazfit non è malaccio, solo è pigro nel rilevare i cambiamenti. in più, il 2 se ho capito bene supporterà la fascia cardio per i più esigenti (e ok, che così però ti perdi la comodità dell’avere addosso solo l’orologio)

        • LukaNyan

          purtroppo non la supporta, confermato

      • Shadownet

        naaa , guarda che il pace per quel che costa già è affidabile . Confrontato con un polar e scosta di 1 max 2 battiti , mentre ne scosta di 4 da un apple watch …. ma parliamo pure di prezzi decisamente superiori 😉

        • Bertone

          mmm si ma infatti polar e soprattutto apple watch non è che siano questi “draghi” di precisione, a riposo i rilevatori da polso vanno bene praticamente tutti, il problema è l’accuratezza durante l’attività fisica ed in quel caso si salvano giusto due o tre brand (Mio, Garmin e TomTom), ovviamente però si parla sempre di cifre superiori però dipende appunto dall’utilizzo che uno ne vuole fare 😀

  • miroslav_kowalski

    appena c’è il modo di farlo diventare inglese lo prendo

    • Simone Dalmonte

      ci sarà pure il modo di farlo diventare italiano, l’HW è il medesimo del vecchio, per il grande Nicola Sagliano dovrebbe essere relativamente poco difficoltoso

      • Shadownet

        spero però rilasci fix per la amazit 5 che ha molti bug, uno su tutti il pairing, secondo le notifiche e 3 la durata batteria

  • MICHAEL D’URSO

    Ma il Deluxe ha solo vetro zaffiro in piu

    • Simone Dalmonte

      pare… io attenderei cmq gli unboxing

  • o registrati su Disqus

    Ma solo io trovo inguardabili e insensate le tacche dell’orario su uno smartwatch? Secondo me ha perso tantissimo in termini di design, anche per quegli enormi pulsanti fisici. Il primo era molto più discreto.

    • Simone Dalmonte

      A me piacciono in modo diverso, il 1o mi piaceva per i motivi che hai descritto tu, questo per materiali ed una cura generale che pare ancora superione. Forse un pelo più impersonale, ma a me piace pure questo e credo lo acquisterò. Grande plus la totale impermeabilità.

    • Karellen

      Ti stai dando una risposta da solo, quello che va di moda adesso non è la discrezione, ma al contrario attirare l’attenzione. Nel campo degli orologi (non solo smart) è lampante, con le dimensioni stanno aumentando sempre di più.

      • o registrati su Disqus

        Non credo proprio che sia dettata dal design la scelta di farli più grandi, anzi. Più spazio c’è più batteria e meno miniaturizzazione richiesta. Sull’attirare l’attenzione non sono nemmeno tanto d’accordo, questo sembra un orologio normalissimo (il che rende le tacche ancora più insensate), mentre nell’ambito smartphone, pc, ecc. si tende a rendere tutto molto anonimo. Il che per me è un bene, visto che lasciano più spazio ai (miei)) contenuti. Secondo che non si è ancora capito che cosa debbano essere sti smartwatch. E il contenuto ancora latita.

        • Karellen

          Intendevo un discorso a più ampio respiro, includendo anche gli orologi tradizionali. Per gli orologi meccanici normalmente si usano movimenti progettati negli anni ’70 come l’eta 2824 che hanno 26 mm di diametro in quanto fatti per orologi che al tempo erano normalmente da 36 mm, mentre oggi la media è dai 42 mm a salire. Per gli orologi al quarzo ancora peggio, spesso si usano movimenti da donna attorno ai 10-15 mm… Il motivo è che l’orologio è passato da essere una cosa indispensabile che usavano tutti per necessità ad un accessorio di moda, ed in quanto tale fatto per essere notato. Secondo me gli smartwatch volevano prendere il posto che avevano una volta gli orologi, qualcosa che usano tutti per bisogno e quindi avevano un design che accontentasse più gente possibile, mentre ora fallito quel tentativo si comincia a cercare di sostituire il moderno orologio accessorio di moda.
          Per quanto riguarda gli smartphone effettivamente sono oramai un bene necessario, ed infatti il design tende ad essere uno che accontenti tutti.

  • diesel701

    Interessante, a prezzo più accettabile (in Cina, vediamo in Europa).

    Comunque “una lega di acciaio 316L” non è altro che uno degli acciai inossidabili più resistenti alla corrosione. Una scelta obbligata se si vuole utilizzare questo smartwatch in acqua di mare.

  • ice.man

    tecnologia del display?
    supporto a GALILEO?!?

  • Non sapevano che materiali usare e così li hanno usati tutti.
    Per fortuna che non si sono fatti mancare neanche l’effetto gomma bucata comunque…

  • Sportwatch con un design stravecchio e tamarrissimo.

  • Shadownet

    stamane arrivato pace , ordinato il 29 novembre 🙂 ottimo , lo uso abbinato ad iphone 6s e l’ho lasciato stock ( anche se la scimmia per mettere una rom già balla , avendo moddato in passato nexus 5, note 3 e redmi note 3 pro ) . Davvero un gioiellino considerando quello che costa 🙂 e per ora , come prestazioni , è in linea al mio polar a360