KGI: la produzione di iPhone X migliora più velocemente delle attese. Scorte sufficienti per le festività

Edoardo Carlo Ceretti

Ming-Chi Kuo – celebre analista di KGI Securities – ha pubblicato il suo periodico report circa lo stato della produzione di iPhone X, il prodotto di punta di Apple per i mesi a venire. Kuo era stato fra i primi a lanciare l’allarme sui probabili ritardi iniziali nelle spedizioni di iPhone X, puntualmente verificatisi. Ulteriori previsioni parlavano di produzione a rilento fino ai primi mesi del 2018, ma sembra che Apple questa volta voglia smentire queste voci.

Infatti, di recente le scorte di iPhone X appaiono decisamente aumentate rispetto alle prime settimane di vendita, quando le attese per avere il nuovo smartphone top di gamma di Apple raggiungevano le 5/6 settimane. Ora, l’attesa richiesta è nell’ordine di 1/2 settimane. Una differenza notevole, che ha spinto alcuni ad ipotizzare che la causa fosse una domanda al ribasso del prodotto, mentre – secondo Kuo – il merito sarebbe del repentino miglioramento nella catena produttiva di iPhone X.

LEGGI ANCHE: iPhone X, la recensione

Apple sarebbe riuscita a raggiungere in questo periodo quota mezzo milione di iPhone X spediti al giorno – inizialmente le unità spedite non superavano le 100 mila – anche grazie alla più celere e massiccia fornitura di alcune componenti che, nei primi mesi di produzione, arrivavano col contagocce.

Un simile miglioramento farà sì che alcuni ordini previsti per gennaio 2018, potrebbero essere evasi entro la fine del 2017, ritoccando al rialzo le scorte per il periodo natalizio – sufficienti per coprire la grande  e fisiologica richiesta della corsa ai regali – e, di contro, al ribasso la domanda per i primi mesi del 2018, dopo la scorpacciata di Natale.

Via: 9to5 Mac