La nuova priorità di WhatsApp sono i gruppi: ecco come cambieranno

Giuseppe Tripodi E, se notate qualche somiglianze con Telegram, fatecelo sapere nei commenti (o anche no)

Ad oggi, la maggior parte degli utenti utilizza WhatsApp per comunicare individualmente: le chat di gruppo non mancano, ovviamente, ma spesso sono gruppi (più o meno) piccoli, dove tutti i partecipanti sono amici o quanto meno conoscenti. Insomma, finora l’app di messaggistica di Zuckerberg, non si è occupata troppo delle conversazioni di grandi gruppi di persone, che invece rappresentano uno dei punti di forza di Telegram. Tuttavia, pare che WhatsApp voglia cambiare rotta e dare maggiore priorità all’esperienza utente nei gruppi.

Secondo quanto riportato da WABetaInfo, infatti, ci sarebbero parecchie novità in arrivo. In primo luogo, maggiori possibilità per gli amministratori: questi potranno decidere se gli altri utenti possono modificare o meno nome, icona e descrizione del gurppo, potranno rimuovere più utenti in una sola volta (grazie alla funzione di ricerca) e anche stabilire se gli altri utenti possono (o meno) partecipare alla chat. Ma vediamo di spiegare un po’ meglio quest’ultima particolarità.

LEGGI ANCHE: WhatsApp Web: piccole novità e sorprese in serbo per gli utenti iPad

Sempre stando a quanto riferito, pare che gli amministratori avranno la possibilità di disattivare la funzione di chat per gli altri partecipanti: in questo modo, i non amministratori non potranno più inviare messaggi, condividere immagini o alcunché. Questa funzione dovrebbe servire per annunci importanti da parte degli amministratori (dato che al momento del cambiamento arriverà a tutti una notifica) ma, aggiungiamo noi, potrebbe anche trasformare le chat di gruppo in una sorta di canale (vedi omonima funzione Telegram).

In questo modo, solo gli amministratori potranno inviare messaggi, mentre tutti gli altri utenti potranno – eventualmente – scrivere agli amministratori.

Tuttavia, per il momento potete dormire sonni tranquilli: sebbene non si sappia con esattezza quando queste funzioni verranno abilitate, WABetaInfo riporta che sarà necessario un aggiornamento che arriverà dopo il 6 maggio 2018. Non sappiamo con precisione da dove arrivi questa data, ma sembra insolitamente precisa per trattarsi di una semplice congettura.

Ma le novità non finisco qui: a quanto detto finora, infatti, si aggiungono le chiamate vocali di gruppo, di cui si era già accennato in passato. Anche in questo caso, non ci sono troppe informazioni in merito e, per quel che ne sappiamo, la funzione è ancora in fase di sviluppo interno ma dovrebbero arrivare nel corso del prossimo anno.

Sembra, insomma, che WhatsApp voglia puntare molto di più sui gruppi, anche se potrebbe mantenere una strategia diversa da quella dei supergruppi di Telegram: ma per scoprire cosa ci riserveranno in futuro i gruppi, non ci resta che attendere.

  • phede86

    Sanno solo copiare.

  • jEsSy

    passate a telegram basta

  • Psyco98

    Le chiamate di gruppo sono effettivamente utili in mancanza di teamspeak.
    Il resto avevo già capito prima di leggere l’articolo